Scheda Progetto

Soggetto responsabile

Terra Felix Società Cooperativa sociale

Territori interessati

Caserta, Santa Maria Capua Vetere, Pompei, Succivo

Importo deliberato

€ 650.847

Partenariato

Terra Felix Società Cooperativa sociale, Reggia di Caserta, Polo Museale della Campania, Parco Archeologico di Pompei, Comune di Marcianise, comune di Santa Maria Capua Vetere,
Ass. culturale Tuo Museo – Impresa Sociale, Associazione Melagrana, Associazione Creactivitas Creative Economy Lab, Geofilos atella, E Value, Direzione Didattica di Orta di Atella, secondo circolo didattico Pompei, istituto comprensivo “A. Calcara”, ICS “Alessio Simmaco Mazzocchi”.

Sintesi

L’esigenza umana è di vivere in modo bello; la forma in cui questa esigenza si appaga è il gioco (J. Huizinga). 

Uno spazio per giocare e apprendere, dove sporcarsi le mani è il solo modo di praticare l’ecologia della persona e dei territori. Il solo modo di riscoprire le radici millenarie della Campania Felix. 

HortiCultura crea luoghi di apprendimento e gioco in alcuni tra i principali beni culturali della Campania che hanno conservato aree di ruralità: Parco Archeologico di Pompei; Reggia di Caserta; Anfiteatro e Museo archeologico dell’antica Capua; Museo archeologico atellano. 

L’orto didattico nel museo, curato 12 mesi/anno, insieme ad attività nella scuola sulla sana alimentazione, saranno lo strumento con cui i bambini si prenderanno cura del territorio e di sé stessi, con genitori e nonni, in una prospettiva  intergenerazionale. Si assicura uno specifico sostegno ai bambini in fragilità sociale, integrandoli in un percorso che trasmette competenze scientifiche, umanistiche, socio-affettive e digitali; li accompagna a vivere occasioni di socializzazione e di educazione ecologica. 

La disseminazione avrà la forma di:

  • una Gamification, che racconterà le attività progettuali tramite le nuove tecnologie;
  • un Hortobus, che porterà in piazza laboratori di peer education.

HortiCultura coinvolge complessivamente 1000 destinatari 6/10 anni, residenti nella sconfinata e caotica periferia che va da Terra di Lavoro fino alle pendici del Vesuvio.

Horticultura

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK