“Quando il bene diventa virale”

di

Sensibilizzare i ragazzi a valori universali quali gratuità, non spreco, solidarietà, cultura del dono e cittadinanza attiva, al fine di accompagnarli nella costruzione di un “io” etico e responsabile: questo è lo scopo dell’azione ETICA E RESPONSABILITÀ SOCIALE prevista dal progetto GOALS.

Tra i diversi laboratori organizzati quest’anno, significativa è stata l’esperienza dei ragazzi della Scuola Libera Chesterton, partner di progetto, che hanno svolto un laboratorio incentrato sulla figura di un sacerdote di San Benedetto del Tronto, Don Francesco Vittorio Massetti. Egli fondò una casa di accoglienza per gli orfani, negli anni della Seconda Guerra Mondiale, la “Casa Famiglia Santa Gemma”. I ragazzi hanno approfondito la conoscenza della vita, della personalità e dell’opera di don Massetti, mediante la lettura della sua biografia, la ricerca di foto dell’epoca, le testimonianze di persone che lo hanno conosciuto bene.

Al termine del laboratorio i ragazzi sono stati chiamati a produrre dei loro elaborati, video o scritti, con i quali hanno partecipato al concorso “Quando il bene diventa virale”, organizzato da due scrittrici della zona proprio con lo scopo di far conoscere ai ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado la figura di Don Vittorio Massetti e la sua grande opera di bene per dare accoglienza ai bambini orfani.

Grande è stato l’entusiasmo nei ragazzi partecipanti al laboratorio: solo pochi di essi, infatti, conoscevano questa straordinaria figura, e tutti sono stati sinceramente interessati alla sua vicenda. Hanno prodotto degli elaborati in cui hanno posto in evidenza ciò che più li ha colpiti.

Sono stati commossi dalla straordinaria generosità di don Vittorio, che aprì la sua casa ai bambini abbandonati.

Hanno ammirato il coraggio “controcorrente” di alcune ragazze sanbenedettesi che lasciarono famiglia, fidanzato, una vita già tracciata, per donarsi completamente a quei bambini.

Sono rimasti sinceramente meravigliati dalla solidarietà spontanea di tanti Sanbenedettesi, che donarono, ogni giorno, una parte del poco cibo che avevano per sostentare gli orfani di don Vittorio, nonostante la povertà di quegli anni di guerra.

Hanno compreso, infine, la portata sociale di quella vicenda: attorno ai bambini di Casa Santa Gemma la città ritrovò unione e forza per ricominciare, dopo le divisioni e le distruzioni causate dalla guerra.

Dal punto di vista dei ragazzi

Se non fosse stato per il gran cuore e la grande forza di volontà di don Vittorio, oggi niente di tutto ciò che ha fatto esisterebbe.

Oggi servirebbero persone come lui che, anche con piccoli gesti, come un sorriso o uno sguardo amorevole, siano capaci di migliorare il mondo.”

Marco, 1° liceo Chesterton

 

Grandi e significative esperienze per i nostri ragazzi, il team Goals è già a lavoro per i prossimi laboratori!

 

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

Questione di… Metodi

di

Nel mese di Settembre, dopo la pausa estiva, il centro Polifunzionale Giovanile di Porto San Giorgio ha riaperto le porte ai ragazzi...

Scopriamo l’Umbria

di

Grazie al progetto GOALS, i ragazzi del centro educativo La Contea hanno partecipato ad una bellissima gita alla scoperta dell’Umbria! I bellissimi...

Potere alle parole!

di

La Cooperativa Sociale IL FARO di Macerata (ente capofila del progetto G.O.A.L.S.), prosegue in modo capillare con le attività di supporto psicologico...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK