Kalimera: punto stabile di un progetto in continua crescita

di

La Cooperativa Il Faro, ente capofila del progetto G.O.A.L.S., ha a disposizione quest’ultima annualità di lavoro, proroga concessa dal finanziatore Con I Bambini, per portare a compimento le tante attività che  la pandemia ha rallentato.

L’obiettivo è quello far sentire forte la nostra presenza e consolidare la rete nata e cresciuta grazie al progetto in tutti i territori coinvolti.

Il nostro Centro di Aggregazione Giovanile Kalimera di Civitanova Marche rappresenta il cuore pulsante del lavoro in questo territorio.

Le famiglie, prese in carico e monitorate in maniera continuativa dai nostri professionisti, dai referenti dell’ area Minori dei Servizi Sociali Comunali e dalle scuole, identificano il centro come punto stabile sul quale fare leva per venire incontro alle tante esigenze manifestate dai propri figli.

Attraverso l’azione Metodi, i ragazzi trovano sostegno per lo svolgimento delle attività didattiche e, grazie ai nostri educatori, potenziano maggiormente il loro metodo di studio per renderlo quanto più efficace possibile.

Il centro Kalimera è un punto di incontro sicuro, tra scuola e famiglie, per la pianificazione di percorsi di studio individualizzati per i ragazzi che frequentano le scuole secondarie di I e II grado.

I minori e le famiglie, hanno la possibilità di confrontarsi anche con lo psicologo dello sportello d’ascolto, per aprire un dialogo costruttivo sia intergenerazionale che individuale spostando il focus a seconda delle singole esigenze.

Lo sportello di ascolto ha sempre rappresentato un elemento di grande supporto e di rete con le istituzioni e, facendo da ponte con gli educatori impegnati sul campo, favorisce la crescita
professionale e personale di tutti gli attori coinvolti nel progetto a vario titolo.

Il poter garantire lo svolgimento delle azioni in presenza è stata una sfida che abbiamo deciso di perseguire con grande tenacia perchè il potenziale che la relazione ha sull’apprendimento e sui rapporti non potrebbe essere altrimenti messo in atto. La vicinanza operativa ed emotiva, che da sempre caratterizza il nostro centro, ha rappresentato il quid in più che ha fatto sì che i
servizi non si interrompessero e non ci fosse una dispersione di risorse preziosissime in questo periodo di grande crisi.

La struttura solida, organizzata e flessibile che abbiamo costruito negli anni ha permesso di sostenere e accompagnare molti giovani e speriamo di continuare nel nostro lavoro ancora per molto tempo. Con la nostra presenza costante e quotidiana cerchiamo di dare delle risposte semplici, ma di impatto concreto, a chiunque venga da noi con un bisogno che possiamo prendere in carico.

Purtroppo la pandemia in corso ha reso tutto in continuo divenire e ogni cambiamento rappresenta sempre una minaccia alla stabilità. Noi però crediamo molto nel valore dei legami umani, che richiedono impegno e dedizione, ma che restano al di là delle distanze fisiche che purtroppospesso siamo costretti a subire.

Regioni

Ti potrebbe interessare

“Quando il bene diventa virale”

di

Sensibilizzare i ragazzi a valori universali quali gratuità, non spreco, solidarietà, cultura del dono e cittadinanza attiva, al fine di accompagnarli nella...

BENTORNATI A SCUOLA! – Percorsi di accoglienza per studenti e docenti

di

Anche quest’anno, tra mille dubbi, incertezze e numerose norme anti contagio…la scuola riparte!  Noi con il progetto G.O.A.L.S. ci siamo messi in...

Il valore delle reti sociali

di

Ci troviamo in una fase di ripresa, o meglio, ambiamo un po’ tutti a tempi di progressivo ripristino della normalità, a rinnovati...