La “bella” scuola: i ragazzi di Futuro Prossimo Marghera diventano writers

di

Murale_ Futuro Prossimo Venezia

“Be good, get better”. È il coloratissimo messaggio pieno di voglia di positività e di miglioramento comparso sul muro esterno dell’Istituto Luzzatti Gramsci di Mestre, Venezia. Un murale che è anche un progetto educativo con studentesse e studenti che non si sono improvvisati, ma sono piuttosto diventati veri e propri autori di graffiti urbani con la guida artistica dello street artist Leonardo Marzi.

Il progetto è partito l’anno scorso, con le ragazze e i ragazzi di Futuro Prossimo intenzionati a migliorare la propria scuola, rendendola non solo esteticamente “più bella”, ma anche portatrice di un messaggio in cui si possano riconoscere. Tutto è iniziato nell’ambito dei consigli consultivi, tavoli permanenti di confronto e condivisione tra una rappresentanza di studenti e docenti: momenti di dialogo, fondamentali per sviluppare un luogo sereno di apprendimento e di crescita formativa. Qui ragazzi e insegnanti hanno lavorato per stimolare un dibattito costruttivo tra i diversi attori che abitano e animano la scuola.

Le idee iniziali riguardavano il rinnovamento del bar e la creazione di un’aula multimediale e di svago all’interno dell’istituto. Poi è arrivata la pandemia, le sedie e i banchi sono rimasti vuoti e tutte le iniziative hanno subito una brusca frenata. Ma gli imprevisti non hanno scoraggiato i ragazzi, che hanno affrontato la situazione con resilienza, per nulla intenzionati a rinunciare al loro progetto. E se addirittura entrare a scuola era diventata una conquista, il simbolo di questa conquista doveva stare proprio all’ingresso. Un messaggio che fosse visibile a tutti: a studenti, insegnanti ma anche all’intera comunità.

“Abbiamo realizzato questo murale – spiega uno dei ragazzi – per abbellire la scuola e renderla un posto originale, ci piace fare innovazione e dare colore ad un ambiente grigio che sembra un po’ triste”. “Ci siamo divertiti – aggiunge un altro – è stata un’esperienza costruttiva in tutti i sensi e la scuola e i suoi studenti ne hanno tratto beneficio”.

Le studentesse e gli studenti hanno avuto la possibilità di conoscere Leonardo, il writer che li ha accompagnati in questo percorso. Con lui hanno imparato la storia e le tecniche di writing e poi le hanno messe in pratica. Un processo creativo che è consistito nell’elaborazione degli schizzi, la scelta dello stile, le prove su cartone con le bombolette e poi la realizzazione finale. L’idea era quella di fare un murale che rappresentasse i valori chiave per loro importanti, sotto forma di parole come rispetto, fiducia e amicizia. Un vero e proprio brainstorming che li ha portati allo slogan in cui si rispecchiavano di più: “Be good, get better”.

Guarda il video di realizzazione del murale.

 

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

Quest Seeker: una sfida di idee per migliorare la propria scuola

di

“Non hai voglia di leggerci? Allora ascoltaci!”. I ragazzi e le ragazze dell’Istituto d’Istruzione Superiore Luigi Luzzatti di Mestre hanno lanciato questo...

Futuro Prossimo arriva al traguardo, ma il lavoro della comunità educante continua…

di

Si conclude il viaggio di Futuro Prossimo, progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà...

Non dimentichiamoci dei nostri diritti: 3 giorni di Festival per rivendicare l’importanza dei giovani

di

A Bari, tra il 16 ed il 18 Luglio, l’incontro tra più di 350 ragazzi e ragazze provenienti da tutta Italia per...