#FACCIAMOSPAZIOINCASA: C’E’ TANTO SPAZIO PER L’ARTEDUCAZIONE NELLE NOSTRE CASE!

di

Pubblichiamo la bella testimonianza della Cooperativa Tempo per L’Infanzia, il nostro partner di progetto che svolge attività di ArtEducazione nel Comune di Milano, uno dei primi Municipi ad essere investito delle restrizioni e dei limiti imposti dall’emergenza sanitaria.

Nell’ambito di progetto Doors, Tempo per L’Infanzia ha realizzato laboratori di didattica integrata ed inclusiva in collaborazione con le scuole coinvolte (I.C. Calvino e I.C. L. e P. Pini) a scuola, in orario scolastico e exrtrascolastico, e nel presidio territoriale denominato Spazio ArtEducazione Milano, di cui è co- fondatore lo stesso Comune di Milano, anch’esso partner del nostro progetto.

Quando è iniziata questa emergenza sanitaria per il Coronavirus noi arteducatori e arteducatrici di Tempo per l’Infanzia non sapevamo quanto sarebbe durata la chiusura di Spazio Arteducazione. Quanto sarebbe durato il nostro isolamento nelle case: il nostro e quello dei ragazzi e delle ragazze con cui tutti i giorni da quasi 5 anni cresciamo insieme. Ci educhiamo reciprocamente all’arte e alla bellezza. Ci appassioniamo alla conoscenza.

Appena l’emergenza ha sospeso questi incontri quotidiani noi arteducatori ci siamo attivati con l’immaginazione, con la creatività…abbiamo osato strumenti tecnologici che prima non avremmo mai immaginato potessero spalancare così tante possibilità. Abbiamo intitolato le nostre attività da remoto “Facciamo SPAZIO in casa” non sapendo davvero e fino in fondo cosa significasse.

A distanza di qualche settimana questa intuizione di “fare Spazio in casa”, ora, è davvero concreta: ciascuno di noi arteducatori, ciascuno dei ragazzi e delle ragazze che seguiamo, le lore famiglie hanno davvero FATTO SPAZIO all’Arteducazione nelle loro case, nelle loro quotidianità, nell’intimità degli spazi privati. Hanno “aperto le porte delle loro case” agli appuntamenti quotidiani con la musica, con la danza, le arti visive, il canto. Hanno fatto spazio ai momenti di studio insieme, ciascuno riempiendo di fogli e libri i tavoli delle cucine, le scrivanie…

E oltre alle facce, nelle immagini che pubblichiamo ora compaiono anche frammenti di stanze arredate con i letti, sfondi di cucine e mamme che preparano il pranzo. E i nostri incontri “a distanza” sono pieni delle incursioni di fratelli e sorelle che vogliono salutarci dagli schermi dei computer o dei telefoni; di genitori che, passando, si fermano a fare due chiacchiere con noi o che ci mandano un saluto…
E poi c’è il sonoro di fondo: urla dei fratellini più piccoli che giocano, la televisione accesa, le chiacchiere dei grandi, suoni di pentole e di faccende domestiche…
Di questa apertura, di questo sconfinamento nelle reciproche case siamo grati.
Continueremo a fare SPAZIO in casa…per tutti i giorni che serviranno a non perdere i contatti tra noi, per tenere saldi i fili delle relazioni che abbiamo costruito in questi anni con i ragazzi e le ragazze di Spazio Arteducazione, con le loro famiglie…finché non ci ritroveremo, ancora, in via Pontano 43!

Progetto Doors ci permette di essere in questo Tempo e nel nostro Spazio (Arteducazione!)
Grazie!
Gli arteducatori e le arteducatrici di Tempo per l’Infanzia.

Ti potrebbe interessare

GIOVANI, SCUOLA, PERIFERIE, POVERTÀ EDUCATIVA IL TEATRO DEL LIDO DI OSTIA OSPITA L’ARTE CHE EDUCA

di

Comunicato Stampa L’arte è educazione e il Teatro del Lido di Ostia sarà il luogo dove tutto questo si potrà vedere e...

DALLA SINERGIA TRA EDUCAZIONE FORMALE E INFORMALE: UNA SERIE DI STORIE INVENTATE PER (RE)STARE VICINI

di

Le attività di progetto DOORS sono realizzate negli istituti scolastici coinvolti nel partenariato (11 in tutto dal nord al sud Italia) e...

Linux Day, la giornata del software libero tra musica, robotica, cloud e partecipazione digitale

di

Nota stampa Dal PDP, la storica associazione del software libero, arriva il programma definitivo del Linux Day 2021, che si terrà sabato...