La mostra STATI D’INFANZIA – Il convegno del progetto

di

Dal 2019, in Valle Imagna e in Valle Brembana, è attivo il progetto ‘CRESCERE INSIEME IN VALLE’, che ha attivato differenti interventi di tipo educativo per ridurre la povertà educativa e prevenirne le cause. Il progetto è finanziato dall’impresa sociale Con I Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, , Comunità Montana Valle Brembana, Azienda Territoriale per i Servizi alla Persona Valle Imagna – Villa D’Almè, Bim, Fondazione della Comunità Bergamasca. Ente capofila è la cooperativa sociale AEPER.

‘Crescere insieme in valle’ è uno dei progetti ritratti nella mostra “Stati d’infanzia – Viaggio nel Paese che cresce”. Un progetto fotografico e un documentario promossi da Con i Bambini, che racconta le differenti ed articolate azioni messe in atto in tutta Italia per prevenire e contrastare le povertà educative.

In Lombardia le persone in situazioni di povertà assoluta sono 820.000, circa l’8,2% della popolazione del nord Italia secondo ISTAT. Se si considerano i valori sul totale, nel Nord-Ovest dell’Italia risiedono, nel 2021, il 28,1% del totale delle famiglie e il 24,9% del totale delle famiglie in povertà assoluta. La povertà educativa e quella economica si alimentano reciprocamente e si trasmettono di generazione in generazione. La povertà educativa minorile è multidimensionale, frutto del contesto economico, sociale, familiare in cui vivono i minori. Non è solo legata alle cattive condizioni economiche, ma investe anche la dimensione emotiva, quelle della socialità e della capacità di relazionarsi con il mondo e con l’apprendere.

Il progetto ‘Crescere insieme in valle’ si inserisce in questo contesto, attivando una rete di più di più di venti partner sul territorio pre-montano e montano delle Valli Brembana e Imagna. Allargando lo sguardo, ‘Crescere insieme in valle’ risponde a domande che trasversalmente percorrono il nostro paese e cui CON I BAMBINI, e la mostra STATI D’INFANZIA, cercano di rispondere.

Come vivono i bambini e gli adolescenti in Italia oggi? Cosa pensano, cosa sognano? E cosa offre loro il Paese? Dalla denatalità alla povertà minorile, dalla mancanza di spazi per il gioco all’uso delle nuove tecnologie, dalla spesa sociale agli asili nido, passando dai nuovi modi di apprendere all’abbandono scolastico: tutti questi temi sono al centro del viaggio per immagini firmato dal fotografo internazionale Riccardo Venturi in “Stati d’infanzia – Viaggio nel Paese che cresce”. L’iniziativa propone un inedito percorso in un’Italia segnata da troppe disuguaglianze per bambini e ragazzi, ma anche da una grande speranza di futuro: contrastare la povertà educativa vuol dire far crescere il Paese.

Stati d’infanzia – Viaggio nel Paese che cresce, con oltre 50 fotografie di Riccardo Venturi e un documentario a cura di Arianna Massimi, attraversa decine di “cantieri educativi”, tra gli oltre 400 selezionati in tutta Italia e pone al centro del viaggio il tema delle disuguaglianze e delle marginalità, dell’esclusione sociale e della dispersione scolastica con l’obiettivo di mettere in luce la complessità e le difficoltà, ma anche le possibilità di rinnovamento e il cambio di rotta necessario e possibile attraverso sperimentazioni e “alleanze educative” tra scuola, terzo settore, istituzioni e famiglie così come avviene con i progetti raccontati in mostra.

Il progetto multimediale, composto da una mostra fotografica e da un video documentario, è prodotto dall’impresa sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile, con il patrocinio della RAI. La curatela è gestita da Associazione Akronos. Arriva a Bergamo grazie all’ospitalità offerta da Banca Intesa San Paolo, che ha messo a disposizione il chiostro trecentesco di Santa Marta nel centro cittadino, al Comune di Bergamo che ha concesso il patrocinio, alla Fondazione della Comunità Bergamasca che concorre all’organizzazione.

Il lavoro proposto da Riccardo Venturi, due volte Word Press Photo e una lunga esperienza sul tema dell’infanzia, e da Arianna Massimi insiste sull’invisibilità di questi temi, ponendosi in una dimensione di ascolto e rispetto.

Il documentario – visibile all’interno della mostra, curata da Ilaria Prili – racconta le esperienze e le impressioni dei protagonisti, dà parola ai ragazzi coinvolti nelle attività dei progetti sostenuti da Con i Bambini, esplora le nuove geografie sociali anche attraverso i contributi di personaggi di spicco del panorama educativo e sociale italiano, tra cui Marco Rossi-Doria, presidente di Con i Bambini e Vanessa Pallucchi, vicepresidente di Legambiente e portavoce del Forum Terzo Settore.

Dalle Valli Imagna e Brembana fino a Favara e Ragusa toccando le periferie delle grandi città, il reportage affronta temi di grande attualità diventati spesso vera e propria emergenza a causa della pandemia e del lockdown. L’aumento di fenomeni legati ai disordini alimentari, alla xenofobia, alla tossicodipendenza, all’isolamento sociale con il fenomeno degli hikikomori e dei neet, al degrado delle periferie, alla violenza domestica ha fatto emergere ulteriormente la fragilità della nostra società, evidenziando come il tema delle marginalità non sia un fatto isolato ma un fenomeno sociale complesso e stratificato.

L’inaugurazione della mostra avrà luogo giovedì 25 maggio alle 18.00, alla presenza del presidente dell’Impresa sociale CON I BAMBINI, dott. Marco Rossi Doria, del presidente della Fondazione della Comunità Bergamasca dott. Osvaldo Ranica, della vicepresidente dott.ssa Simona Bonaldi e dei partner di progetto.

Per tutta la durata della mostra, su prenotazione, sarà possibile partecipare a laboratori artistici per bambini, bambine e preadolescenti, gestiti da due maestre d’arte della cooperativa sociale AEPER.

***

Il giorno dell’inaugurazione, il 25 maggio, si terrà a Bergamo il convegno di CRESCERE INSIEME IN VALLE.

CONVEGNO FINALE

INAUGURAZIONE MOSTRA ‘Stati d’Infanzia”

25 maggio 2023

Sala Funi – Chiostro Santa Marta

c/o Banca Intesa San Paolo a Bergamo

14.15 – 14.30

Accoglienza e registrazione dei partecipanti

14.30 – 14.45

Saluti iniziali

Osvaldo Ranica, Presidente Fondazione Comunità Bergamasca

Gianluigi Venturini, Direttore Regionale Lombardia Nord Intesa Sanpaolo

Presentazione della giornata e lancio del video di presentazione del progetto Crescere Insieme in Valle

Micaela Barni, Responsabile di progetto Cooperativa Sociale AEPER – ente capofila

Proiezione del video di presentazione del progetto

15.00- 15.30

La forma delle povertà educative e come arginarle.

In questi anni la povertà educativa si è diversificata e complessificata: in particolare sulla fascia degli adolescenti osserviamo un incremento dell’emersione della fragilità, con dati preoccupati rispetto al tema deli comportamenti autolesivi e di isolamento sociale.

Elementi di riflessione a partire dall’osservatorio del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile e dell’Impresa sociale CON I BAMBINI.

Introduce

Osvaldo Ranica, Presidente Fondazione Comunità Bergamasca

Interviene:

Marco Rossi Doria, Presidente dell’Impresa sociale CON I BAMBINI

Testimonianza || Valle Brembana

Le adolescenti protagoniste di Radio Botta  

15.45-16.30

Tavola rotonda

Le specificità del contesto vallare, l’articolazione del progetto, il valore della sinergia.

Due valli vicine ma distinte, per conformazione e risorse, insieme nella realizzazione di un progetto che si definisce per l’aderenza ai bisogni territoriali, la possibilità di trasferimento di buone prassi, lo sviluppo di azioni locali sostenibili.

Modera:

Elisabetta Olivari, Giornalista, ufficio stampa Fondazione della Comunità Bergamasca

Intervengono:

Gianbattista Brioschi, Presidente dell’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito Valle Imagna-Villa d’Almè

Laura Arizzi, Presidente dell’Assemblea dei Sindaci della Valle Brembana.

Carlo Personeni, Presidente del BIM

Don Cristiano Re, Direttore Ufficio Pastorale del Lavoro e cura del Creato Diocesi di Bergamo

Fabio Loda, Coordinatore Federsolidarietà – Confcooperative Bergamo

Testimonianza || Valle Imagna

Famiglia – Centri Famiglia Il Carpino e il Gelso  

 

16.45-17.15

CRESCERE INSIEME IN VALLE

La misurazione dell’impatto.

Raccogliere i dati relativi all’efficacia dell’intervento, monitorare i cambiamenti emersi nel triennio, orientare politiche future.

 

Modera:

Micaela Barni, Responsabile di progetto Cooperativa Sociale AEPER – ente capofila

Interviene:

Francesca Broccia, ARAGORN Ente di Valutazione di Impatto

Giulia Bernardini, ARAGORN Ente di Valutazione di Impatto

17.15 – 17.30

Conclusioni

Federica Bruletti, Segretaria Generale Fondazione Comunità Bergamasca

°°__°°

TRASFERIMENTO AL CHIOSTRO SANTA MARTA

°°__°°

17.45 – 18.00

PRESENTAZIONE MOSTRA STATI D’INFANZIA e VISITA LIBERA

Simona Bonaldi, Vicepresidente della Fondazione della Comunità Bergamasca

Micaela Barni, Responsabile di progetto Cooperativa Sociale AEPER – ente capofila

Interviene:

Marco Rossi Doria, Presidente dell’Impresa sociale CON I BAMBINI

°°__°°

Dalle 18.30 alle 19.30

Aperitivo c/o Chiostro Santa Marta

°°__°°

LINK PER LA REGISTRAZIONE: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScu_rndb1OYtQfSOJpAHwiAfhdHzFHgpzVo_wnNajO38OdEVw/viewform?usp=sf_link

Regioni

Ti potrebbe interessare

Dai Centri Famiglia, un’intervista doppia

di

Simona Alessio e Debora Lazzarini sono le coordinatrici dei due Centri Famiglia della Valle Imagna. Abbiamo chiesto loro di aiutarci a mettere...

Cosa significa oggi ‘povertà educativa’ ?

di

Ci risponde in questo video Gianantonio Farinotti, direttore dell’Azienda Speciale Consortile Valle Imagna – Villa d’Almé, uno degli enti finanziatori del nostro...

Quando un paese intero diventa uno spazio compiti

di

Nel comune di Val Brembilla, nella bassa Valle Brembana, c’è una piccola scuola dell’infanzia, la scuola “SS. Innocenti”, presente sul territorio dal...