Percorsi con i bambini

La musica, un insegnamento di grande forza d’animo e perseveranza

di

C’è un luogo meraviglioso a Biella, in pieno centro storico cittadino, che si presenta come una vera e propria fucina artistica: è l’Opificiodellarte!

Nato nel 2006 dalla volontà di tre associazioni culturali Art’è Danza, Opiciodellarte Musica e Arcipelago Patatrac, «negli anni è diventato un vero e proprio punto di riferimento importante per la città di Biella. Un centro formativo di qualità in grado di offrire in un’unica sede l’approfondimento, anche parallelo, delle quattro discipline artistiche più seguite: danza, musica, canto e teatro» spiega Claudia Squintone, direttrice artistica di Opificiodellarte.

…ma l’Opificio è anche uno dei 47 partner coinvolti nel progetto Community School.

Il suo ruolo sarà quello di promuovere e diffondere la cultura delle arti in genere, in particolare di quella musicale. Con il laboratorio “La magia della Musica!”, che si svolgerà presso le scuole partner di progetto e negli spazi interni dell’ex Maglificio Boglietti, si vorrà sensibilizzare i giovani all’arte della musica e al lavoro di gruppo.

Rivolto a bambini dai 5 ai 14 anni, gli incontri laboratoriali saranno suddivisi in tre moduli: risveglio uditivo, ascolti musicali e approccio strumentale.

Il conoscere le caratteristiche del suono e ascoltare opere musicali dei grandi compositori europei saranno le basi da cui partire, per dare ai giovani una panoramica tra stili ed epoche diverse; per conoscere le pietre miliari della storia della musica.

L’obiettivo finale sarà quello di avvicinare i giovani a questa magica arte, la musica, e iniziare a sperimentare un primo approccio a uno strumento musicale.

«Nei contesti scolastici, durante i laboratori, è bello osservare il cambiamento che avviene in ogni singolo bambino: i più timidi trovano il coraggio di esprimersi, gli “spavaldi” riescono a mantenere l’attenzione e ad impegnarsi a fondo, il tutto con forte collaborazione e spirito di gruppo.

È sempre toccante vedere la trasformazione di un “non sono capace”, in un “Evviva, ce l’ho fatta!”, e osservare come piano a piano le proprie insicurezze lascino spazio alle certezze»  racconta Alex Cristilli, direttore artistico della sezione musica di Opificiodellarte e responsabile dei laboratori musicali.

La cosa bella durante lo studio di una disciplina artistica è quella di confrontarsi con dinamiche che aiutano a crescere e a sviluppare la creatività, oggi necessaria per affrontare la vita.

Suonare, danzare o recitare, facendo parte di un gruppo, insegna a stimolare la fantasia, sviluppare lo spirito di gruppo, imparare a fissare un obiettivo e a collaborare per raggiungerlo, sviluppando il senso di responsabilità, la fiducia in se stessi e la perseveranza.

A proposito di come affrontare la vita, abbiamo poi chiesto a Cristilli, come immagina il mondo dei bambini tra dieci anni e quale contributo potrà dare loro la musica.

« Si va verso un mondo veloce, individualista e sempre più “virtuale”, dove tutto cambia celermente, lasciando, spesso, nell’incertezza. In questo contesto lo sviluppo della creatività, intesa come capacità di riuscire a trovare delle soluzioni, rappresenta un insegnamento di grande forza d’animo e perseveranza, anche quando gli obiettivi non sono semplici.

Le arti sono in grado di lasciare un piccolo seme in ogni bambino».

Un messaggio significativo, di un professionista che parallelamente alla carriera in ambito artistico, si dedica all’insegnamento, per trasmettere a grandi e piccini passione e dedizione per l’arte.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK