A San Cipriano d’Aversa si spalancano le porte di Un Villaggio per Crescere

di

Anche a San Cipriano d’Aversa spalanca le porta Un Villaggio per Crescere.
Da lunedì 15 ottobre, Nicola e Carmen accolgono le bambine e i bambini da 0 a 6 anni e le loro famiglie presso la struttura dei padri Caracciolini in vico Caterino IV n. 6.

Uno spazio gratuito ed educativo a cui accedere gratuitamente per leggere, giocare, fare musica e coltivare un piccolo orto, tutto in modo condiviso, tra adulti e più piccoli.

A San Cipriano d’Aversa il progetto nasce in collaborazione con Chiedilo alla Luna, associazione socio-culturale attiva nel territorio di Caserta e provincia che si occupa delle fasce più vulnerabili e con l’associazione Laici Caracciolini che, presente nella zona dal 1971,  considera prima di tutto la famiglia e poi le comunità (famiglie di famiglie) come i luoghi privilegiati in cui l’ascolto, il dialogo, la comprensione, l’equità, l’apertura, il dono, la trasparenza siano i pilastri delle relazioni fra le persone. Entrambe le associazioni promuovono in maniera continuativa e profonda il programma Nati per Leggere (Punti Lettura di Caserta e San Cipriano d’Aversa appunto), uno dei pilastri della proposta educativa dei Villaggi.

«Il Villaggio per Crescere di San Cipriano d’Aversa parte dalla necessità di portare su questo territorio periferico e multiproblematico (disoccupazione, immigrazione, illegalità, inquinamento, ecc) una nuova sensibilità sull’importanza della qualità dei primi mille giorni di vita (ma anche dei tre anni successivi) nello sviluppo di un bambino e in definitiva dell’adulto di domani e soprattutto su quello che possiamo fare attivamente per migliorare questa prima finestra così cruciale» riflette Nicola Caracciolo, referente del Villaggio.

«Partiamo dai bambini per costruire un futuro migliore della società; questo significa coinvolgere e supportare tanto i genitori quanto la comunità educante, cioè tutti i soggetti impegnati a vario titolo nella crescita dei bambini: fisica, intellettuale, creativa, spirituale e morale.

Il nostro Villaggio per Crescere vuole essere una guida per i genitori, per valorizzare il tempo trascorso con i propri figli e sostenere lo sviluppo complessivo dei bambini.

La sfida sarà proprio riuscire a raggiungere quella fascia di popolazione più periferica, come direbbe Papa Francesco, che per vari motivi è più restia ad avvicinarsi ai servizi per l’infanzia, sia perché non è preparata per comprenderne l’importanza e l’utilità sia perché non ne conosce l’esistenza» conclude.

I bambini e le famiglie saranno accolti e impegnati in attività che prenderanno vita nel Villaggio due volte a settimana nel periodo di rodaggio fino a dicembre per passare a tre volte a regime da gennaio 2019.

Regioni

Ti potrebbe interessare

A Siracusa il Villaggio è quella spinta in più per la comunità

di

Per quasi sedici anni Barbara ha fatto la maestra in un asilo nido nel quartiere Mazzarona di Siracusa, dove da dicembre ha...

Un villaggio per crescere a Cervinara.

di

Cervinara nasce su un confine immaginario, tra l’Irpinia e il Sannio. Ha le spalle coperte dai monti del Partenio, che dialogano con...

Un Villaggio per Crescere spalanca le sue porte a Napoli per coltivare e condividere creatività e bellezza

di

Un Villaggio per Crescere giunge a Pianura, quartiere periferico di Napoli, per continuare la sua opera di divulgazione e di coinvolgimento educativo...