Creare insieme per comunicare

di

TAPPA 4 _ 09/2019

Costruiamo la comunicazione di progetto in modo partecipato e cooperativo

Per “Una Scuola Condivisa – per una cultura della felicità” è stato organizzato un workshop cooperativo ed esperienziale per costruire il gruppo di lavoro e favorire la condivisione di conoscenze ed esperienze tra i tanti partner del progetto. Si sono così poste le basi per la coesione del gruppo e il lavoro si è focalizzato sul comprendere reciprocamente le caratteristiche di ciascun ente, condividere il senso profondo della proposta, collaborare seguendo i principi cooperativi, sviluppare le azioni future in modo armonico.

LaFucina Cooperativa Sociale Onlus, membro del Comitato Scientifico del progetto, a giugno 2019 ha proposto e coordinato un laboratorio di co-progettazione esperienziale con lo scopo di ideare, insieme alle altre realtà, una strategia comunicativa orientata a costruire la comunicazione di progetto e la sua identità visiva. Pertanto, il laboratorio è servito per definire:

  • Vision, mission e valori del progetto;
  • Ispirazioni e scenari ispirativi per il logo;
  • Ispirazioni per lo stile comunicativo e la scelta degli strumenti di storytelling del progetto.

 

moodboard realizzata durante i laborratori in modo collaborativo e partecipato

 

La “missione” di Una Scuola Condivisa

Un progetto importante che ha messo in connessione una grande rete di realtà ha bisogno di avere molto chiaro il suo sogno per trovare una forte motivazione nelle azioni di sviluppo dello stesso. Riassumendo, dal laboratorio di co-progettazione, sono emersi tre grandi desideri riguardo al sistema scuola:

  • rigenerazione e cambiamento attraverso i diversi talenti di tutta la comunità educante, facendo propria l’idea che la diversità sia elemento di ricchezza.
  • rendere la Scuola un sistema in continuo rinnovamento grazie alla contaminazione di saperi, esperienze e obiettivi tra diverse realtà e generazioni.
  • Costruire esperienze concrete di felicità fra tutti i soggetti coinvolti nell’azione educativa accettando la sfida di delineare, attraverso indicatori specifici e comprensibili, cosa si intenda per benessere e felicità all’interno del mondo della Scuola.

 

Una Scuola Condivisa, perciò, vuole:

  • Influenzare e agire con una nuova visione le politiche sociali e pubbliche, arrivando a definire un modello efficace, semplice e replicabile che si propone di rendere sinergico il lavoro di ricerca, politica e azione del Terzo Settore.
  • Agire un cambiamento dal basso che coinvolga l’intera comunità educante per diffondere nuove pratiche orientate alla felicità e al benessere come bene comune.
  • Generare alternative partendo dalle opportunità esistenti e mettendo in pratica un nuovo patto educativo che mette al centro contaminazione tra Terzo Settore e scuola, innovazione di contenuti in ambito pedagogico e valori cooperativi.
  • Muoversi seguendo i valori di semplificazione, sostenibilità e rigenerazione, sperimentando nuovi modelli educativi basati su risignificazione, esplorazione, allenamento e metodo laboratoriale.

 

Tre proposte di logo

Per progettare la comunicazione visiva di Una Scuola Condivisa il gruppo ha lavorato costruendo insieme una grande tavola dove tutti i principi e i valori emersi sono stati raccontati per immagini, simboli e colori. Questa tavola e i ragionamenti ad essa associati sono stati fonte di ispirazione per lo sviluppo di tre proposte di logo, che sono poi state sottoposte a votazione da parte dell’intera rete di progetto. Tale votazione ha decretato come logo ufficiale del progetto la proposta Ispirazioni: costellazione, cooperazione, nuova nascita, crescita, germoglio

Una Scuola Condivisa vuole rinnovare il modo di fare scuola, grazie alla cooperazione tra realtà che gravitano dentro e intorno al sistema scolastico, lavorando su: benessere, felicità e valore educativo di una comunità fatta di attori diversi. Da questi presupposti la costellazione diventa la guida di un movimento rivoluzionario che è rappresentato dal “germoglio”, simbolo di una nuova nascita, di paziente attesa per il suo sviluppo e di cooperazione tra natura e uomo.

 

proposta di logo 1

 

Le altre due proposte costruite dal gruppo di lavoro erano:

Ispirazioni: flusso di energia, natura, azione, sviluppo, connessione

Le azioni del progetto si rivolgono a riconnettere la casa dell’educazione, la scuola con il suo contesto, la comunità; in questo scenario un piccolo fiore rappresenta una nuova grande scuola, che ricomincia a prendere energia dalla terra e a diffonderla, per restituirla e darle modo di moltiplicarsi. Il disegno del fiore ricorda quello di un bambino, vero protagonista dell’azione di progetto.

 

proposta logo 2

 

Ispirazioni: foglia, albero, dal piccolo al grande, cooperazione

Una Scuola Condivisa unisce una rete di realtà che fanno parte in modo diretto o indiretto del sistema scolastico, e tutte esprimono la necessità di un grande cambiamento.
Metaforicamente dalla foglia di un piccolo germoglio si sta costruendo la corteccia di un albero che continuerà a crescere e a raccontare il suo percorso e i suoi valori.

Il progetto, perciò, viene rappresentato da un germoglio in crescita che diventerà un grande albero con radici forti, un tronco stabile e una bellissima chioma grazie all’azione di tutti.

 

proposta logo 3

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK