Avviamento al futuro

di

Designed by Jcomp - Freepik.com

Secondo l’ultimo World Economic Forum di Davos, il 65% dei bambini che oggi frequenta le scuole elementari   farà da adulto un mestiere che al  momento non esiste.

I lavori del futuro

Eccone alcuni esempi: Costruttore di parti del corpo, Etico della “nuova scienza”, Pilota di droni, Agricoltore verticale, Agente di polizia contro i tentativi di modifica dei fenomeni atmosferici, Avvocato virtuale, Sviluppatore di mezzi di trasporto alternativi, Responsabile per lo smaltimento dei dati personali, Responsabile dell’organizzazione della vita digitale, Broker del tempo,…

Avviamento al futuro

Nuovi lavori richiedono nuove competenze. È’  crescente la richiesta di esperti in tecnologie percepite come “abilitanti” per i nuovi modelli di business: competenze in sicurezza digitale (per l’88% del campione), tecnologie mobili (87%), gestione del cambiamento (84%), analisi dei Big Data (84%), Cloud Computing (76%), Internet of Things (75%).

Trovare tra le prime competenze la gestione del cambiamento (Business change management) indica che le skills richieste non sono solo di tipo tecnic. Significa che  per produrre innovazione occorre anche saper gestire, implementare, coordinare persone e rispondere efficacemente ad uno scenario in continua evoluzione.

Quali life skills

Da questa consapevolezza nasce  “una proposta di orientamento che  ha origine dalle life skills identificate dall’OMS. Sono raggruppate in 3 aree:

EMOTIVE – consapevolezza di sé, gestione delle emozioni, gestione dello stress;

RELAZIONALI – empatia, comunicazione efficace, relazioni efficaci;

COGNITIVE – risolvere i problemi, prendere decisioni, pensiero critico, pensiero creativo.

Vanno in questa direzione le azioni Bussola e Rosa dei venti all’interno del progetto Space Lab.
Si tratta di azioni che consentiranno ai ragazzi di acquisire:

  • nuove competenze rispetto alla gestione del cambiamento e della crescita personale;
  • nuove conoscenze sul mondo circostante, sulle opportunità professionali e lavorative che l’ambiente circostante offre.

Le attività saranno strutturate attraverso laboratori specifici che consentiranno ai ragazzi di interagire attivamente con il mondo del lavoro e le future professioni. L’obiettivo primario sarà quello di integrare i percorsi di orientamento didattico, già attivi sul territorio, con attività pratiche e laboratoriali che consentiranno di entrare nel vivo delle singole professioni.

Azione “Bussola”

Avrà come destinatari i ragazzi delle classi seconde delle scuole secondarie di primo grado e consentirà di implementare e approfondire il processo di orientamento. I laboratori esperienziali proposti saranno finalizzati ad incrementare consapevolezza di sé e delle proprie competenze, guidando i ragazzi nelle scelte future e nello sviluppo di nuove abilità. Le attività proposte saranno strutturate coinvolgendo genitori, studenti delle scuole superiori e professionisti del territorio. L’ ulteriore obiettivo sarà promuovere processi di pensiero che favoriscano la progettazione del proprio futuro, migliorando la capacità di scelta nella prosecuzione del percorso scolastico. I laboratori saranno declinati in ciascun Ambito coinvolto a partire dalla peculiarità di ciascun territorio e dai bisogni di figure professionali espressi dal tessuto imprenditoriale locale.

Azione “Rosa dei Venti”

Sarà indirizzata agli studenti del biennio della scuola secondaria di secondo grado. Consentirà di prevenire e ridurre l’elevato rischio di dispersione scolastica che caratterizza questi anni del percorso di studio. Anche in questo caso verranno proposti ai ragazzi laboratori specifici sul territorio in collaborazione con le realtà lavorative presenti.  I percorsi attivati prevedono momenti di confronto con i professionisti divarie realtà, momenti di alternanza scuola lavoro e spazi dedicati alla formazione specifica utile per svolgere la professione prescelta. Tali iniziative consentiranno di favorire un ri-orientamento positivo e consapevole rispetto alla scelta effettuata e di avviare e potenziare processi di pensiero sulla propria progettualità formativa.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK