RICCHI CONTENUTI NEL GIORNO DELLA CONFERENZA FINALE

di

L’APPUNTAMENTO HA CHIUSO TRE ANNI DI LAVORO CON 10.000 STUDENTI CLINORI: ABBIAMO RESPIRATO LA PROFONDITA’ DI QUESTO PROGETTO

“Una giornata intensa, vibrante, ricca di profondi contenuti”. E’ la chiosa del Responsabile nazionale del progetto Scacchi Metafora Educativa Alessandro Dominici, giunta a conclusione della Conferenza Finale dello scorso 8 dicembre a Roma.

L’evento, iper partecipato sia in presenza che dal web, ha abbassato il sipario sul progetto di didattica scacchistica selezionato dall’impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e promosso dal Centro Sportivo Educativo Nazionale (CSEN) e dalla società sportiva Alfiere Bianco.

Dalle 15 del pomeriggio, presso la sala “Capitolina” dell’ Hotel Eurostars Aeterna, si sono alternati i massimi protagonisti dell’iniziativa, con a capo i saluti di rito del vicepresidente nazionale dello CSEN Giuliano Clinori e del Presidente di Con i Bambini Marco Rossi Doria.

“Per il nostro ente è stato un progetto molto importante – fa sapere il vicepresidente del Centro Sportivo Educativo Nazionale – penso che al mondo non sia mai stata realizzata un’iniziativa con gli scacchi di queste dimensioni. In questa giornata tutti abbiamo respirato la profondità di questo progetto. Siamo felici di aver distratto i giovani dallo smartphone e per il valore educativo messo in campo in questi tre anni”.

“Gli scacchi sono una metafora di strategie cognitive ma anche di relazioni tra ragazzi e adulti – le parole di Marco Rossi Doria – ringrazio tutti gli attori per l’enorme lavoro profuso su questo progetto”.

Dopo di loro, non è voluto mancare all’evento il presidente della Federazione Scacchistica Italiana, comitato regionale Lazio, Domenico Zibellini.

“Diecimila ragazzi coinvolti sono un grandissimo risultato – ha detto il numero uno della FSI laziale – come federazione abbiamo certamente beneficiato di questi numeri. Gli scacchi italiani sono in un momento di grazia, con tre campionati mondiali svolti in Italia nell’anno in corso. Questa brillante sinergia con lo CSEN ci porterà ancora più in alto”.

L’apertura dei lavori veri e propri è stata affidata al Responsabile Nazionale Alessandro Dominici.

“Questo progetto arriva da un bando innovativo che mirava a contrastare la povertà educativa – spiega Dominici – la soddisfazione più grande è stata quella di essere riusciti a coinvolgere la fascia d’età che rappresenta il vero futuro della nostra nazionae, quella tra i 6 e i 14 anni. Posso dire che i risultati raggiunti sono stati eccezionali”.

A confermare l’inciso di Dominici, ha fatto capolino, nel tardo pomeriggio, la relazione finale di Gianluca Strada, che per l’ ASVAPP (Associazione per lo Sviluppo della Valutazione e l’Analisi delle Politiche Pubbliche), ha avuto il compito di monitorare al meglio, sin dalla sua genesi, la bontà delle attività e la qualità delle proposte, ponendo la lente d’ingrandimento sull’impatto che il gioco degli scacchi ha avuto sullo sviluppo delle abilità logico matematiche dello studente.

“E’ stato un lavoro piuttosto impegnativo dal punto di vista della rilevazione – ha detto il ricercatore dell’ente – ma i risultati della valutazione d’impatto di SME sono davvero rilevanti. In tutte le classi sperimentali di primaria si osserva un effetto positivo e statisticamente significativo pari a 6,85 punti percentuali nel test di matematica, ciò indica che vi è una differenza sistematica nei risultati degli studenti causata direttamente dall’apprendimento degli scacchi a scuola”.

I risultati sono esaustivi e ben leggibili nel suo lungo intervento visionabile, così come tutta la conferenza grazie alle telecamere di Directasport, al link raggiungibile all’indirizzo https://www.youtube.com/live/Q-FKCu6gcg0?si=8fG1JrfJIq23i9Lr o sulla pagina Facebook “Scacchi Metafora Educativa”https://www.facebook.com/progettosme.

Prima e dopo Strada è stata però una lunga carrellata di tutti i Referenti regionali del progetto. Da giovani istruttori o navigati esperti della scacchiera è arrivata la profondità del progetto, che ha saputo coinvolgere ed emozionare, in orario scolastico ed extrascolastico, all’interno dei Centri stabili all’uopo realizzati, coinvolgendo anche i loro genitori nel delicato ruolo educativo di cui sono protagonisti.

Nel finale di registrazione anche un interessante videomessaggio del Magistrato di Cassazione Gennaro Francione (Magistrato di Cassazione) che chiama a raccolta l’intera nazione: “La cultura nasce dalla passione – dice – ecco perchè dico: gli scacchi subito nelle scuole. Il loro impatto sull’apprendimento della matematica è semplicemente devastante”.

Per approfondimenti sul progetto: www.csen.it www.percorsiconibambini.it

Il progetto SME è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa socialeCon i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.

Argomenti

Ti potrebbe interessare

TORNEO DELLE FAMIGLIE, CHE SUCCESSO!

di

Comunicato Stampa del 08.06.2022 TORNEO DELLE FAMIGLIE, CHE SUCCESSO! NUMERI DA RECORD PER L’INNOVATIVO PROGETTO DI SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA ATTRAVERSO GLI SCACCHI...

Da Palermo il primo collegamento in diretta in preparazione all’evento nazionale del 4 Giugno.

di

Oggi, martedì 3 maggio, alle ore 15,30, dal plesso Alagna della Direzione Didattica Nazario Sauro di Palermo, ecco il primo collegamento in...

DECINE DI RAGAZZI SULLE SCACCHIERE DEL NUOVO CENTRO STABILE DI COMO

di

DIVERRA’ UN CENTRO PERMAMENTE PER LA PROMOZIONE EDUCATIVA IN ETA’ SCOLARE ATTRAVERSO IL GIOCO DEGLI SCACCHI La conferenza finale è alle porte,...