Il giardino di Scuola Corsara dove si incontra solidarietà e mutalismo.

di

Nel torrido agosto pugliese, nel giardino di una scuola di periferia si scorge la speranza di un futuro possibile, fatto di condivisione, solidarietà e mutualismo, dove si impara facendo e si impara aiutando il prossimo, in cui la vera pratica del “buonsenso” è quella trasformare problemi in risorse.

Un terreno pubblico in abbandono diviene un campo da coltivare grazie ai giovani dell’ IISS Aldo Moro – Trani, i migranti lo seminano, i giovani del Corpo di Solidarietà Europeo (progetto Food4u) e i volontari di Legambiente raccolgono i frutti che andrebbero persi durante il periodo di chiusura della scuola e ne donano una parte a chi ha bisogno e un’altra la trasformano per poterla conservare fino alla riapertura del ristorante sociale gestito dagli alunni a rischio dispersione.

Questo è il progetto Scuola Corsara una #connessione di mani diverse che remano in un unica direzione in un mare di possibilità inesplorate.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK