FuoriLuogo. Viaggio oltre la scuola, alla scoperta degli spazi

di

MACERATA  – Il progetto FuoriLuogo è un’azione di Les Friches che attraverso un percorso di progettazione partecipata, formazione e condivisione, vuole stimolare un approccio diverso nei confronti degli spazi educativi esterni dei Nidi d’Infanzia (due strutture di Tolentino) e delle Scuole dell’Infanzia (quattro strutture di Macerata) e delle loro potenzialità didattiche incentivando così anche la crescita qualitativa del servizio offerto alle famiglie. L’azione nasce nell’ambito del progetto Resiliamoci.

FuoriLuogo è strutturato in 4 appuntamenti e gioca con il coniugare il termine “Fuori”, fulcro di una pedagogia fondata sulla riscoperta degli spazi aperti come spazi educativi, e “luogo” come contesto identitario di una comunità.

Il progetto è partito nel novembre 2019 e poi a seguito pandemia e delle conseguenti esigenze di distanziamento fisico ha inevitabilmente subito dei ripensamenti.  Le attività sono quindi riprese in modalità a distanza.

[2] Osservare | “Fuori tra limiti e potenzialità”

Il 10 marzo si è svolto il secondo degli eventi in programma, [2] Osservare | “Fuori tra limiti e potenzialità”. L’incontro si è tenuto online, coordinato dalla Scuola Infanzia “H. C. Andersen” di Piediripa. Foto e conversazioni hanno guidato gli insegnanti alla scoperta, ognuno con il proprio punto di vista, di elementi interessanti o di criticità degli spazi all’aperto della propria scuola. Condividendo idee per favorire e facilitare un maggior utilizzo del “Fuori” da parte delle bambine e dei bambini.

Il primo incontro è del 20 novembre 2019, col titolo [1] Formare | “Fuori”. In un appuntamento in presenza, nell’ Aula Multimediale della Scuola E. Fermi di Macerata, insegnanti, genitori, amministratori e tecnici comunali hanno affrontato il tema del Fuori tra limiti e potenzialità, tra educazione al rischio e autonomia del bambino, tra condivisione di responsabilità e benessere, tra semplicità dei gesti e apprendimento spontaneo.

Per chi? I prossimi passi

È rivolto agli insegnanti, proprio perché svolto a distanza. Gli insegnanti successivamente al terzo appuntamento realizzeranno contesti esperienziali, pensati e progettati insieme a Les Friches, e li sperimenteranno in autonomia con le bambine e i bambini della loro scuola. Quindi i bambini saranno coinvolti indirettamente dal progetto FuoriLuogo.

Nel mese di marzo si terrà il secondo appuntamento in tutte e quattro le scuole coinvolte, mentre nel mese di aprile si svolgerà, sempre a distanza, il terzo incontro, [3] Progettare | Spazio, materiali apprendimento col coinvolgimento degli stessi istituti, nel medesimo percorse.

Il quarto ed ultimo incontro, dal titolo [4] Condividere | “Percorsi ed esperienze” sarà congiunto e rivolto a tutti gli insegnanti delle quattro scuole dell’infanzia. Previsto per il 28 maggio 2021.

 

 

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

“È la canzone che vince!”. Ad Amandola voci in festa per lo Zecchino d’Oro

di

Le voci dei bambini hanno riecheggiato in festa sotto i portici amandolesi dove si è respirata un’insolita e timida “aria di normalità”...

Visite ai musei e biblioteche, per educare alla partecipazione

di

È stata la prima iniziativa dell’Associazione La Fenice per il progetto “Resiliamoci”. Centosette ragazzi tra i 13 e 16 anni e quattordici...

Il Laboratorio di Monitoraggio civico a Camerino, per divenire cittadini coscienti e attivi nella rinascita post sisma.

di

Capire gli effetti del sisma anche dal punto di vista della ricostruzione edilizia. Approfondire le dinamiche che regolano gli appalti e il...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK