FESTA DI FINE LAVORI

di

Ancora un appuntamento all’anfiteatro di Begato. Si festeggia la fine di questo primo ciclo di lavori di riqualificazione.

E’ arrivato l’inverno e le foglie invadono pacificamente la grande arena centrale. Si pulisce lo spazio e le gradinate che ospiteranno le fioriere. Proprio alle vasche lignee hanno lavorato singoli cittadini e associazioni locali. Al termine dell’ultimo appuntamento sono stati infatti consegnati i kit per l’autocostruzione delle fioriere che ospiteranno piccoli alberi. Un modo per arredare le sedute e contribuire, durante la bella stagione, a rinfrescare lo spazio. La fase di autocostruzione ha coinvolto molti volontari che, seguendo le istruzioni contenute nel kit, hanno lavorato alla preparazione di questi manufatti.

Nel corso della mattina vengono consegnate le piante e il terriccio. Intanto si montano i pannelli che riproducono il percorso di progettazione partecipata dell’anfiteatro.

Il tempo dei preparativi per il pomeriggio corre, arrivano rapidamente le 14 e procede la consegna delle fioriere. Un paio di papà del comitato genitori della scuola spingono una carriola da edilizia sormontata da un grosso cubotto colorato. Salutano calorosamente il team di Up to You e la dirigente scolastica e poi scappano via perché oggi lavorano. Gli scout, intervenuti numerosi, collaborano alla sistemazione delle vasche al centro dell’arena e l’effetto cromatico è davvero piacevole. I più piccoli non possono resistere alla tentazione di scalarle e di sistemarsi comodamente all’interno di queste grandi scatole di legno.

Si allestisce anche lo spazio ristoro dove si raccolgono cibi e bevande per la merenda. Grandi vassoi di focaccia e dolci marocchini preparati da Asna, una volontaria che non ha mai fatto mancare il suo supporto durante i lavori di riordino dello spazio.

Arriva il momento dei ringraziamenti alle tante persone e organizzazioni che hanno reso possibile questa trasformazione. Il team Up to You ripercorre i momenti salienti del percorso e non manca l’emozione. Intervengono anche presidente e direttore di Alpim, capofila del progetto Ragazzi Connessi, la dirigente scolastica e il rappresentante del locale Municipio. Tutti insistono sul valore di quanto realizzato ma sottolineano l’importanza che il recupero e l’animazione di questo bene comune prosegua con l’impegno di tutti. Il piano di riqualificazione necessita di altri interventi e soprattutto di manutenzione. A questo è chiamata la comunità che si è aggregata intorno all’anfiteatro in fase di co-progettazione e durante le attività sul campo. Interviene anche il direttore della Tassani Colori, azienda locale che ha fornito gratuitamente le vernici utilizzate per la decorazione dello spazio.

E’ arrivata l’ora di installare le vasche sulle gradinate. Ragazzi ed adulti posizionano le fioriere e poi si procede a piantare gli alberi e a riempire le vasche con il terriccio. E’ tutto un brulicare di lavoro in squadra e dal basso il colpo d’occhio è davvero piacevole.

Terminati i lavori di piantumazione i ragazzi sono pronti per una meritata sosta dolce-salata.

Il cantiere all’anfiteatro di Teglia chiude tra la soddisfazione di tutti ma è solo un arrivederci a quando il tempo permetterà ancora di godere di questo spazio recuperato.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Giardini Falco, si inaugura!

di

Domenica 7 novembre, giorno di inaugurazione ai Giardini Falco. Si festeggia la fine dei lavori di riordino dello spazio. Un punto di...

Banca del Tempo: cucina on line

di

  A cura APS Il Moltiplicatore

UP TO YOU alla radio

di

UP TO YOU – Rinasce lo spazio rinascono le persone – il progetto di rigenerazione urbana che coinvolge gli studenti degli Istituti...