Percorsi con i bambini

“PRIMA…le ciambelline”: il territorio di Sora si mobilita per l’evento che valorizza il concetto di “rete”

di

Di Armando Caringi*- Il progetto PRIMA I , nell’ambito delle attività di workshop esperienziali, ha vissuto la preziosa occasione di sperimentare, in maniera emozionalmente significativa, la ricchezza delle sfumature del territorio. In una atmosfera familiare, intorno ad una lunghissima tavolata colorata, si sono incontrati bambini, ragazzi, genitori, nonni, referenti istituzionali accomunati da un dettaglio: un cappello da cuoco e un grembiule personalizzato realizzato dal laboratorio di abilità sartoriali attivato grazie al progetto stesso.

Nella Ludoteca La Fortezza dei Sogni, la padrona di casa Orietta Sarracini ha accolto la città. Un numeroso gruppo di bambini e di adolescenti, perfettamente addobbati con la divisa da cuochi provetti, hanno condiviso l’esperienza della manipolazione degli ingredienti culinari necessari a sperimentare un dolce semplice ma molto comune: “le ciambelline”.

La presenza è stata massiccia: dalle nonne entusiaste, in rappresentanza del Centro per Anziani “ Gnore Peppe” di Soraalla dottoressa Federica De Santis dell’AIPES, e ancora il dottor Amedeo Cerqua e la dottoressa Paola D’Orazio, in rappresentanza dei Servizi Sociali del Comune di Sora, la dottoressa Clara Pompilio del Ser.D di Sora, la dottoressa Tamara Spica anche portavoce della Presidenza della Conferenza Regionale del Volontariato, Giulio De Gasperis dell’associazione AGENDI, la Sig.ra Alessandra Conte con la quale il progetto ha collaborato per la giornata del “ Sistemiamoci per le feste”, i volontari del Servizio Civile in servizio presso l’associazione Il Faro, ed un gruppo di genitori che hanno insegnato ai bambini come preparare le ciambelline.

Una dimensione inusuale dentro la quale gli adulti, sebbene invitati per i propri ruoli, hanno scelto con entusiasmo, a prescindere dall’orario di servizio, in maniera spontanea di mettersi in gioco, di vivere e condividere un momento di prossimità creativa.

Molto significativa è stata anche l’attenzione dell’Assessore alla politiche Sociali, Veronica Di Ruscio, e della Consigliera delegata all’Istruzione, Floriana De Donatis, nonché la Dottoressa Anna Emilia Centofanti, Ispettore della Polizia, la Dottoressa Patrizia Paniccia del SMREE, i Dirigenti Scolastici Dino Giovannone, Marcella Petricca ed Ersilia Montesano che, sebbene impossibilitati a partecipare, hanno manifestato la loro vicinanza e il loro apprezzamento all’iniziativa.

Una rete fatta di persone che sceglie di dare un senso di estrema concretezza al progetto PRIMAI e all’Accordo LIRIS mettendosi in gioco personalmente e facendolo con i bambini, giocando in maniera costruttiva con loro, per dare un volto tangibile alle istituzioni.

Il pomeriggio si è tinto di umanizzazione dei ruoli nel senso più alto del termine, come forma, cioè, di “stare in relazione con l’altro” per il mio ruolo e a prescindere da esso, in virtù della persona che sono e del gesto concreto che posso esprimere.

Sono state allestite 54 postazioni per la lavorazione degli ingredienti e mentre si procedeva alla preparazione ci si parlava e ci si confrontava tenendo ben presente il contributo dei bambini. Una occasione importante di confronto significativo legato ad una condizione di sperimentazione dialettica pedagogica e ludica al contempo.

Presenti molti operatori dell’associazione Il Faro, impegnati nei Laboratori nelle scuole attivati con il progetto PRIMAI, che, insieme agli esperti, hanno raccolto gli elementi tipicizzanti l’esperienza, per leggerli, elaborarli, trarne indicatori e valutazioni necessari alla analisi della pratica da reiterare come forma intelligente di lavoro con e per il territorio.

Il pomeriggio è finito in “caciara” davanti alla tavolata di ciambelline appena sfornate, avvolti dal profumo invitante e tutti arricchiti di quella bella sensazione di serenità che momenti costruttivi come questi sanno regalare!

*Presidente Associazione “Il Faro Onlus Sora”

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK