Non scuoterlo mai. Continuano gli incontri sulla Shaken Baby Syndrome

di

Sotto l’hashtag #nonscuoterlo è in programma il 27 settembre alle 18 un nuovo incontro del Ciclo “Il senso di Mattia” dal nome del piccolo di 8 mesi morto all’asilo per sindrome da scuotimento (Shaken Baby Syndrome), alla presenza del Sindaco della città, operatori, medici e psicologi e con la testimonianza della mamma di Mattia, che si batte perché famiglie e caregiver siano sensibilizzati sulle conseguenze gravissime di questa sindrome, ancora sottovalutata e talvolta sconosciuta.

L’incontro è il secondo di 13 incontri  organizzati da Anpas Toscana nelle diverse città della regione nel quadro del progetto Promozione Intervento Multilivello di Protezione Infanzia di Terre des Hommes.

L’assenza di informazione tra le famiglie e tra gli operatori  dei nidi d’infanzia sui rischi dello scuotimento di neonati e lattanti è infatti una delle cause più gravi della diffusione di questa gravissima sindrome che, secondo diversa letteratura, colpisce tra i 14 e i 40 bambini su 100.000 nei paesi industrializzati, anche se i dati sul’Italia sono molto scarsi,  per la difficoltà di distinguere la SBS da altre forme di maltrattamenti di cui sono vittime i più piccoli.  Lo scuotimento risulta una delle forme più gravi di maltrattamento, provoca gravi conseguenza neurologiche – solo il 15% sopravvive senza esiti – e nel 25-30% dei casi porta alla morte. In realtà anche semplici gesti come far saltellare il bambino sulle ginocchia (gioco del cavalluccio), sballottare o lanciare il bimbo in aria, cadute dal divano o da un altro mobile, possono provocare danni di diversa gravità sugli infanti (che vanno da disturbi dell’apprendimento a disabilità fisiche, danni alla vista, disabilità uditive…) ma non provocano la SBS che è causata da scuotimento molto violento del bambino. Nonostante non sia sempre evidente distinguere i maltrattamenti veri e propri da forme inadeguate e inconsapevoli di manipolazione dei neonati, la corte suprema ha riconosciuto lo scuotere violento di un neonato come reato doloso, e non semplicemente colposo (Cass. 25116/19)

Di tutto questo e di molto altro si parlerà  durante l’incontro presso la Sala Auditorium – Officine Garibaldi, via Gioberti n. 39 a Pisa

Il programma:

h 18.00 SALUTI ISTITUZIONALI
Michele Conti, Sindaco di Pisa
Andrea Nuti, Referente Politiche Sociali Anpas Comitato Regionale Toscana ODV
Federica Giannotta, Responsabile Advocacy e Programmi Italia Fondazione Terre des Hommes

h 18.20-19.30 INTERVENTI
Il senso di Mattia e Il progetto intervento multilivello protezione infanzia
Maria Arca, Coordinatrice del progetto, Fondazione Terre des Hommes

Testimonianza di una mamma
Caterina Innocenti

SBS: che cos’è e quali sono le conseguenze
Stefania Losi, Pediatra e Responsabile Servizio GAIA, AOU Meyer

SBS: aspetti psicologici correlati
Francesca Menegazzo, Medico di comunità e Psicoterapeuta, AOU Meyer

h 19.30 DOMANDE e CONCLUSIONE

La partecipazione è gratuita e aperta al pubblico

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Prossimità, prevenzione, protezione: un intervento multilivello per la tutela dell’infanzia

di

Il maltrattamento dei bambini assume varie forme, talvolta subdole e poco conosciute, come la sindrome da scuotimento o la patologia delle cure,...

Shaken Baby Syndrome, riparte la campagna #Nonscuoterlo

di

Con il seminario “Il senso di Mattia” organizzato da ANPAS Toscana il 4 aprile a Firenze, riparte la campagna “Nonscuoterlo”, per prevenire...

Il senso di Mattia, piccola vittima della sindrome da scuotimento

di

Era nato nei primi mesi del 2009 Mattia Pierinelli, il bimbo che il 2 dicembre dello stesso anno, a soli 9 mesi,...