Sindrome da scuotimento: proseguono gli incontri di sensibilizzazione

di

Proseguono gli incontri per sensibilizzare sui rischi della Shaken Baby Syndrome, la sindrome da scuotimento che può causare danni gravissimi ai neonati, ma che è ancora poco conosciuta.

Il 10 maggio ne abbiamo parlato a Siena, presso il centro didattico dell’ospedale Santa Maria alle Scotte in un incontro molto partecipato organizzato in collaborazione con l’azienda ospedaliero universitaria senese, nel quadro del progetto Promozione Intervento Multilivello di Protezione Infanzia.

Sono stati affrontati gli aspetti medici ma anche psicologici e sociali del fenomeno alla presenza di  quasi 70 persone tra cui molti dottori e specializzandi.

L’incontro fa parte del ciclo “Il senso di Mattia” in ricordo del piccolo Mattia morto a soli 8 mesi per sindrome da scuotimento praticata al nido. Presente anche la mamma Caterina Innocenti che da quel drammatico evento non ha mai smesso di lavorare per una maggiore consapevolezza dei giovani genitori e degli operatori dell’infanzia

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Prossimità, prevenzione, protezione: un intervento multilivello per la tutela dell’infanzia

di

Il maltrattamento dei bambini assume varie forme, talvolta subdole e poco conosciute, come la sindrome da scuotimento o la patologia delle cure,...

Non scuoterlo mai. Continuano gli incontri sulla Shaken Baby Syndrome

di

Sotto l’hashtag #nonscuoterlo è in programma il 27 settembre alle 18 un nuovo incontro del Ciclo “Il senso di Mattia” dal nome...

La campagna contro la Shaken Baby Syndrome arriva a tutti i pediatri toscani

di

E’ stata pubblicata su We People, magazine della Rete pediatrica toscana   una sezione dedicata alla Shaken Baby Syndrome, così che tutti i medici...