La grammatica delle emozioni

di

Quarto incontro – 2/2/2021

Per ascoltare il problema di qualcuno/a serve tristezza o gioia? Il film d’animazione Inside Out (un piccolo estratto può essere trovato qui –> https://www.youtube.com/watch?v=t-asXorVstM) ci ha dato lo stimolo per parlare di ascolto attivo ed empatico. Abbiamo scoperto insieme che ci sono diversi tipi di ascolto e che si possono sperimentare giocando. I ragazzi e le ragazze infatti si sono cimentati in un gioco di ruolo in cui gli veniva richiesto di mettere in scena, di fronte ad uno stesso problema, un ascolto selettivo oppure passivo, aggressivo, giudicante, supportivo. È stato molto divertente mettersi alla prova! Pur non avendo un copione già scritto abbiamo scoperto che nell’I.C. Melissa Bassi ci sono degli attori in erba molto talentuosi. Prima di tutto però abbiamo scoperto che per ascoltare gli altri è necessario ascoltare se stessi e che per parlare una stessa lingua è utile approfondire la grammatica dei nostri pregiudizi e delle nostre emozioni.

Abbiamo potuto sperimentare che di fronte ad uno stesso problema i diversi punti d’osservazione possono fare cambiare la percezione della situazione e che confrontandosi lo sguardo cambia prospettiva e assume una visione globale e d’insieme.

Un progetto di:
Crisi Come Opportunità, Associazione Community Organizing Onlus, Associazione Spazio x Roma, Interazione Urbane, CalcioSociale, Scuola Pop Tor San Lorenzo, Eutropian, Cooperativa Ulis

Regioni

Ti potrebbe interessare

Beni comuni, rigenerazione urbana, cambiamento climatico e sustainable development goals

di

Il nostro primo laboratorio di martedì 13 aprile 2021 su “Cura dei beni comuni e rigenerazione urbana”   Dopo aver ascoltato i racconti...

Periphery Organizing – Si parte!

di

Luglio 2020. Ci siamo, prima riunione dal vivo, dopo tanto tempo ci vediamo per parlare fuori da uno schermo. Il sole è...

Scuola Popolare Tor San Lorenzo – Comunità Educante

di

Arrivare in questa area della città metropolitana di Roma colpisce molto chi non è mai passato di qui. Ti colpisce per la...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK