Premiazione del contest “La scuola che vorrei”

di

Si è svolta ad Ascoli Piceno, presso la bellissima cornice del GreenPark, la premiazione del contest “La scuola che vorrei”, a cura di Istao, cui hanno preso parte i ragazzi della provincia di Ascoli Piceno coinvolti nel progetto Next 5-14.

I ragazzi, che hanno tirato fuori tutta la loro imprenditività, si sono dovuti cimentare nell’ideazione e realizzazione di un progetto che vedesse come protagonista la scuola e la sua evoluzione in un’ottica di miglioramento.

C’è chi ha proposto attività extrascolastiche come l’equitazione o il paint ball (2A, Isc Grottammare), chi l’utilizzo di ebook riassuntivi a supporto degli studenti con difficoltà nello studio (2E, Isc Grottammare); la 2B dell’Isc Grottammare, con il progetto “Una scuola tec-verde” ha auspicato una scuola più green e tecnologica, capace di fare sentire a loro agio gli studenti senza perdere di vista il loro futuro.

Altri gruppi si sono concentrati maggiormente sull’aspetto umano della scuola: la 2F dell’Isc Grottammare ha evidenziato la necessità di «abbattere le barriere dell’indifferenza» e migliorare i rapporti studente-studente; la 3B dell’Isc Castel di Lama si è concentrata sull’importanza del dialogo, capace di «formare una società migliore per trattare il mondo in modo migliore», aumentando i momenti di confronto, lavori di gruppo e all’aperto per contrastare «una scuola a volte un po’ rigida»; la 3B dell’Isc Nord di San Benedetto del Tronto ha immaginato una scuola inclusiva e versatile capace di andare incontro ai ragazzi e alle loro famiglie per agevolare loro educazione, ad esempio attraverso corsi extracurricolari, per «vivere a scuola, sentendosi a casa».

La 2H dell’Isc Centro di San Benedetto del Tronto ha focalizzato l’attenzione sul talento e sui sogni di ragazze e ragazzi, prevedendo una «settimana dei talenti» durante la quale proporre attività extrascolastiche, e incontri con esperti e associazioni; l’Isc di Cupra Marittima, infine, ha proposto il progetto “Fuori classe”
finalizzato a educare i più piccoli ad affrontare le emozioni e la vita, e rendere gli studenti protagonisti attivi dell’azione didattica e del contesto scolastico.

A tutti i partecipanti è stato regalato il fumetto ufficiale del progetto Next, “L’avventura di Ernesto”, mentre i vincitori si sono aggiudicati un ebook reader.

 

Gaia Paolini (Il Melograno) e la prof.ssa Monica Pasqualetti ci raccontano la loro esperienza Next 5-14: youtu.be/u5kJ-exba3w

Regioni

Ti potrebbe interessare

I partner – Il Melograno

di

La cooperativa sociale “Il Melograno” si prefigge di perseguire l’interesse generale della comunità, con particolare attenzione nei riguardi di soggetti socialmente ed...

Costruire futuro: le competenze per orientarsi

di

Seminario a cura di Enfap Marche COSTRUIRE FUTURO: LE COMPETENZE PER ORIENTARSI Le CMS (Career Management Skills) sono le competenze per orientarsi per...

Corso di “Educazione e sintonizzazione emozionale docente/allievo”: la parola alle docenti

di

Le nostre emozioni derivano non tanto da ciò che ci accade, ma dal modo in cui interpretiamo e valutiamo ciò che ci...