P(e)er te ma anche per me!

di

Grazie a ItaliaEducante, siamo partiti con un laboratorio sperimentale, nell’ambito della fase Autonomia, con i ragazzi di uno dei licei di Torino che hanno aderito al progetto. In questa fase così complicata, ci siamo chiesti come avremmo potuto far fare loro esperienza di alternanza scuola-lavoro e così è nata l’idea di sviluppare un laboratorio di formazione che abbiamo chiamato P(e)er Te. In sostanza, stiamo formando un folto gruppo di liceali per diventare tutor dei ragazzi delle scuole medie. Sono tutti studenti di un unico istituto che comprende i vari gradi di istruzione e, pertanto, diventa anche molto interessante sapere che i più grandi si prendono cura dei più piccini, come in una comunità che funziona davvero. Si lavora per far conoscere e sviluppare in loro, prima di tutto, le life skill ovvero empatia, efficacia  personale e collettiva, problem solving e comunicazione efficace così, una volta che famigliarizzano con le life skill oltre ad aver un patrimonio di conoscenza in più a livello personale per vivere la quotidianità, i ragazzi più grandi saranno anche “attrezzati” per mettersi in relazione positiva e proattiva con i fanciulli più piccoli di cui dovranno diventare tutor. Dopo la fase di apprendimento sulle life skill, il laboratorio prevede momenti di simulazione e di role playing in cui i ragazzi sono chiamati a mettere in atto ciò che hanno appreso interagendo con gli educatori che, per l’occasione, vestono i panni dei più piccoli creando situazioni test. Una volta terminata la simulazione, partono gli abbinamenti così che ogni piccolo abbia il proprio tutor di riferimento. Il laboratorio ha generato una bella rete di interazione tra pari, tra ragazzi di età diverse, tra ragazzi e insegnanti ma anche tra i genitori che hanno particolarmente apprezzato l’iniziativa. Si sta lavorando per generare un’esperienza che possa proseguire anche dopo ItaliaEducante, un modello che diventi parte integrante del “sistema scuola” così da aiutare i ragazzi delle medie nella difficile fase di orientamento e transizione verso il liceo, grazie all’aiuto di chi di loro ci è già passato.

Con il contributo di Maria Carlucci, educatrice ItaliaEducante Piemonte 

Regioni

Ti potrebbe interessare

L’impatto sociale di ItaliaEducante

di

Nel raggiungere l’obiettivo primario di diminuire la dispersione scolastica nei luoghi in cui ItaliaEducante è presente, il progetto mira a mettere a...

ItaliaEducante: diffonde energia, genera futuro!

di

Quando un ragazzo non prosegue gli studi oltre la licenza media, gli effetti sul suo futuro e sul futuro della comunità in...

Fase ACCOMPAGNAMENTO in Piemonte

di

Nella scuola secondaria di primo grado “Corrado Alvaro” di Torino, la fase di Accompagnamento ha preso forma in “Integriamoci, conosciamoci, condividiamoci”, una...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK