Binomio scuola – territorio: una strategia efficace per rafforzare la comunità educante

di

La Cooperativa Sociale IL FARO di Macerata (ente capofila del progetto G.O.A.L.S.), ha lavorato molto, in stretta sinergia con gli enti e i servizi territoriali del comune di Porto San Giorgio, per provare a far crescere e solidificare la rete educativa già presente.

Grazie alla partecipazione attiva dell’ISC Nardi, guidata da una vulcanica dirigente, la dott.ssa Daniela Medori, e degli uffici dei servizi sociali comunali, con un sempre presente Giorgio Peci, assistente sociale coinvolto attivamente nel progetto, siamo riusciti ad attivare, nonostante l’imperversare della pandemia da COVID 19, il servizio di aiuto allo studio (azione metodi) con all’incirca 30 ragazzi.

L’offerta è stata strutturata con giorni di frequenza dedicati a ciascuna classe e con operatori qualificati che si occupano quotidianamente dello stesso piccolo gruppo di ragazzi che frequentano il servizio, presso il Centro Polifunzionale Giovanile comunale. Gli spazi sono ampi e vengono rispettate scrupolosamente le norme di prevenzione per l’infezione da COVID 19. In questo periodo di grande incertezza, abbiamo cercato di dare una risposta tempestiva ad una grande necessità manifestata dalle famiglie e dai ragazzi. In molti casi, sono stati loro stessi a proporsi per frequentare il doposcuola, in quanto consapevoli delle grandi carenze che il lockdown di inizio anno aveva generato in loro e per cercare di rispondere anche ai tanti imprevisti causati dalle quarantene fiduciarie di questo inizio anno.

La stretta sinergia con i coordinatori di classe ci permette di monitorare al meglio l’andamento dei ragazzi e centrare il lavoro principalmente sul supporto didattico ma non in forma esclusiva. L’accompagnamento nasce come fonte di potenziamento delle discipline scolastiche, ma spesso i ragazzi manifestano una grande volontà di fermarsi anche dopo aver terminato i compiti; hanno bisogno di relazionarsi tra loro, in modo tutelato e tutelante e di parlare e aprirsi con chi ha tempo e voglia di ascoltarli. Spesso le difficoltà familiari rappresentano un peso che gli adolescenti non si sentono in grado di sostenere da soli. Per questo hanno bisogno di aprirsi con qualcuno che sentano al loro fianco, che non li giudichi ma che li sostenga anche negli errori. E’ molto facile sbagliare alla loro età ed è sempre più difficile trovare qualcuno che non voglia solo punirli ma che voglia realmente capire le motivazione che li hanno spinti fino a lì.

Tra pochi giorni prenderanno il via anche i percorsi di orientamento scolastico per la scelta dell’indirizzo di studi successivo affiancati anche da attività più a carattere introspettivo sul sè e sulle risorse personali anche per gli studenti delle classi prime e seconde. In questi anni, in cui il progetto GOALS ha lavorato attivamente nella scuola secondaria di 1 grado di Porto San Giorgio, è stata volontà comune della dirigente e dello staff della cooperativa Il Faro, che l’accompagnamento orientativo abbia preso la forma di un percorso triennale, sviluppato in modo sempre più completo e organico coinvolgendo tutti gli studenti delle varie classi e i rispettivi docenti, con l’obiettivo di sviluppare le competenze trasversali che, congiuntamente alle indicazioni dei docenti, possano condurre questi giovanissimi studenti verso scelte consapevoli. Conoscersi, conoscere l’altro e scegliere il meglio per la propria sono elementi tra loro imprescindibili per ottenere risultati quanto più vicini al proprio progetto di vita.

Regioni

Ti potrebbe interessare

La mente è un fuoco da accendere: ripartono le attività di orientamento a scuola

di

La Cooperativa Sociale IL FARO di Macerata (ente capofila del progetto G.O.A.L.S.), in maniera concertata con  la dirigente dell’Istituto Scolastico Comprensivo Nardi...

ORIENTAmenti Ability EXperience: il nostro impegno tra domanda e offerta di lavoro

di

Si è appena concluso ORIENTAmenti Ability EXperience, il percorso di orientamento dedicato a tutti i ragazzi che desiderano mettersi alla prova e...

SETTIMANA CULTURALE: WE ARE OPEN!

di

“Le idee racchiuse in se stesse si inaridiscono e si spengono. Solo se circolano e si mescolano, vivono, fanno vivere, si alimentano...