Chiaiano, il cineforum come strumento per riflettere su tematiche sociali e di attualità

di

Nasce dai ragazzi e delle ragazze coinvolti in Futuro Prossimo a Chiaiano l’idea di istituire una giornata dedicata ai film che possa essere anche un momento di confronto su tematiche di carattere sociale e legate alla realtà che li circonda.

La vita può essere vissuta, raccontata o immaginata, ma con il laboratorio di Cineforum proposto dal Coordinamento Genotori Democratici di Napoli  si è trovato un modo per vivere, raccontare e immaginare la vita degli adolescenti utilizzando la forza evocativa della filmografia.

Si tratta di un’iniziativa nata da un’idea dei ragazzi e delle ragazze coinvolti nei Consigli Consultivi promossi dall’associazione EaSLab nelle scuole di Napoli aderenti al progetto Futuro Prossimo (ISIS Melissa Bassi, ISIS G. Siani, IC Nazareth Musto, IC Giovanni XXIII) in cui è emerso chiaro e forte il loro bisogno di poter avere uno spazio di racconto, di visione di film, di confronto anche su tematiche difficili.

Tale richiesta è stata fatta propria da parte di CGD-Napoli che, dal mese di maggio, ha istituito il Cineforum presso il Centro ad Alta Densità Educativa- Punto Luce posto nel cuore del quartiere di Chiaiano.

Il Cineforum nasce, dunque, con l’intento di offrire un’opportunità di incontro e di aggregazione, nella quale è favorito il confronto, lo scambio di idee e l’ascolto dell’altro. Si è creato uno spazio, un “forum”, in cui i ragazzi e le ragazze possono riunirsi con cadenza settimanale per guardare assieme un film e per poter trovare spunti di riflessione e nuovi modi di leggere e interpretare la realtà nella quale vivono.

I film in programmazione vengono scelti direttamente da loro e andando a scorrere la lista delle richieste che fino ad ora sono state espresse, ci si sorprende per la profondità e la complessità dei temi e dei generi scelti. Recentemente è stato proiettato, ad esempio, Million Dollar Baby, film diretto e interpretato da Clint Eastwood. La pellicola è dedicata al mondo della boxe, e narra le vicende di una boxer donna, Maggie, che durante un match, a causa della scorrettezza della sua avversaria, subisce un grave infortunio e rimane paralizzata. In questa tragica vicenda si innesta la parte più profonda del film, che accompagna lo spettatore nel delicato e controverso tema dell’eutanasia. La visione è stata toccante e il dibattito che ne è seguito è stato di grande impatto emotivo. Sono emersi spunti di riflessione interessanti che hanno coinvolto le ragazze e i ragazzi in ragionamenti forti e in riflessioni sui confini tra libertà personali, vincoli legislativi e legami religiosi. Si è trattato di un momento di grande respiro educativo, che ha visto un coinvolgimento attivo e appassionato di tutti i ragazzi e le ragazze.

Su questa traiettoria, le attività del Cineforum, iniziate ai primi di ottobre, continueranno per tutto il periodo scolastico, ogni giovedì, presso il Punto Luce. Si tratta, dunque, di un appuntamento fisso, alimentato dall’auspicio  di proporsi, sempre più, come un momento aggregativo e formativo autogestito e un punto in cui far incontrare i tanti adolescenti che popolano il quartiere di Chiaiano.

Articolo a cura di Simone Digennaro di CGD Napoli

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK