Al via il nuovo patto per la comunità educante volto a contrastare la dispersione scolastica e la povertà educativa a Sassari

di

Al via a Sassari, e precisamente nei quartieri di Latte Dolce, Santa Maria di Pisa e Monte Rosello, la scommessa di Futuro Prossimo, selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, un esperimento della durata di 4 anni che coinvolge la comunità locale nel contrasto alla dispersione scolastica e povertà educativa.

Il progetto, che oltre a Sassari sarà anche a Napoli e Venezia, coinvolge 26 partner, con capofila Save the Children. I dettagli dell’iniziativa sono stati diffusi a Latte Dolce il 15 febbraio, nel corso dell’evento di presentazione di Futuro Prossimo presso l’Auditorium dell’Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e Ristorazione – IPSAR.

Nel corso dell’evento è stato lanciato il nuovo Patto per la Comunità Educante di Latte Dolce, Santa Maria di Pisa e Monte Rosello, tramite il quale tutti i soggetti attivi sul territorio – scuole, istituzioni locali, operatori, volontari, esponenti del mondo della cultura, dello sport e del mondo produttivo – potranno concretamente assumere una responsabilità educativa, mettendo a disposizione tempo, spazi e opportunità per i più giovani.

“Con questo patto vogliamo mettere al centro la comunità educante per combattere le disuguaglianze che colpiscono ragazzi e ragazze in contesti difficili come le periferie urbane. Vogliamo valorizzare ogni risorsa educativa per dare ai più piccoli la possibilità di far fiorire i loro talenti e le loro capacità e vogliamo farlo attraverso la condivisione e valorizzazione delle competenze e le esperienze di cui sono portatori tutti gli attori che già lavorano sul territorio”, ha dichiarato Roberta D’Amore, Capo Divisione Sviluppo Operativo e Gestionale dei Programmi Italia di Save the Children, l’Organizzazione che da 100 anni lotta per salvare I bambini a rischio e garantire loro un futuro.

Al centro dell’intervento vi è il protagonismo dei ragazzi e delle ragazze che saranno coinvolti in prima persona nella programmazione delle attività, all’interno delle aule scolastiche e nell’ambito del “Punto Luce”, il centro educativo già attivo sul territorio. Tra le iniziative: laboratori musicali e teatrali, sport, accompagnamento allo studio, esperienze di cittadinanza attiva. I ragazzi e le ragazze lavoreranno anche alla costruzione di una “mappa” del loro quartiere in modo partecipato, con l’obiettivo di creare un’“app” che consentirà a tutti di individuare sul campo i servizi e le opportunità educative.

Verranno sviluppati inoltre piani integrati di contrasto alla dispersione scolastica e alla povertà educativa. L’intervento è oggetto di un processo di valutazione che consentirà di misurare i risultati e di disseminare le azioni sperimentate anche in altri contesti.

La Sardegna, con il 21,2%, è la regione italiana con il più alto numero di abbandoni scolastici da parte di giovani tra i 18 e i 24 anni. I dati per provincia, però, fanno emergere profonde differenze territoriali. Sassari registra un tasso di abbandono del 22,5% a fronte del 8,7% di Oristano, provincia in completa controtendenza con il dato regionale[1].

“Sassari ha un tasso di abbandono scolastico ancora preoccupante. Il Progetto Futuro Prossimo rappresenta per i quartieri interessati un’opportunità ed è in linea con le politiche educative che il Comune sta perseguendo. L’amministrazione ha sposato l’iniziativa nella convinzione che solo creando un ponte tra attività scolastiche e extrascolastiche e coinvolgendo tutte le realtà territoriali, sarà possibile offrire nuove opportunità educative ai giovani per contrastare la dispersione scolastica”, ha commentato Alba Canu, assessora alle Politiche educative, infanzia, giovani e sport del Comune di Sassari.

A Sassari Futuro Prossimo è realizzato in partenariato con Uisp Sassari, Osvic, l’ Istituto Comprensivo “Latte Dolce – Agro”, l’Istituto Comprensivo “Monte Rosello Basso”, il Liceo Scientifico e Linguistico Statale “G. Marconi” e dal Comune di Sassari. Aulab e Forum del Libro sono, invece, i partner nazionali.

Il progetto verrà implementato anche a Chiaiano – Napoli, e Marghera – Venezia, quartieri che, come Latte Dolce, Santa Maria di Pisa e Monte Rosello, sono accomunati da un alto tasso di dispersione scolastica e dalla carenza di offerte educative.

Tra i primi firmatari del Patto per la Comunità Educante di Latte Dolce, Santa Maria di Pisa e Monte Rosello:

  • Save the Children
  • Comune di Sassari – Settore Politiche Educative
  • Comune di Sassari – Settore Politiche Sociali
  • UISP – Unione Italiana Sport Per Tutti, Comitato Territoriale Sassari
  • OSVIC – Organismo Sardo di Volontariato Internazionale Cristiano
  • Il Forum del Libro
  • Istituto Comprensivo Latte Dolce – Agro
  • Istituto Comprensivo Monte Rosello Basso
  • Liceo Scientifico e Linguistico “G. Marconi”
  • Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e Ristorazione – Sassari
  • Istituto di Istruzione Superiore “Nicolò Pellegrini”
  • Parrocchia Nostro Signore del Latte Dolce
  • Comitato di Quartiere Santa Maria di Pisa – Latte Dolce
  • IntHum- Laboratorio Interculturale di Ricerca e di Promozione della condizione (H)umana
  • Movimento Giovani SottoSopra – Sassari
  • AICS-fp Associazione Italiana Cultura e Sport – Formazione Professionale
  • Spazio Mamme – Sassari
  • Fiocchi in Ospedale
  • Punto Luce – Sassari
  • Annalisa Masala, operatore didattico creativo

[1] Fonte: elaborazione Svimez su dati Istat

Ti potrebbe interessare

Verso le attività autunnali, ma con nuova consapevolezza: la sfida di Itaca, a Marghera

di

Far sentire i ragazzi più sicuri. Far trovare loro nuovi approdi, dopo l’uscita forzata dalla comfort zone. Ma anche provare nuove emozioni...

Partecipazione giovanile. All’Ipsar di Sassari migliora il benessere scolastico grazie alle proposte degli studenti

di

“HAI DIRITTO AD ESPRIMERE LA TUA OPINIONE SU TUTTE LE QUESTIONI CHE TI RIGUARDANO. LA TUA OPINIONE DEVE ESSERE ASCOLTATA E PRESA...

Sassari, Good Action Day: i ragazzi e le ragazze di Futuro Prossimo raccontano la scuola e la città che vorrebbero

di

Sabato 11 dicembre 2021 Futuro Prossimo è stato ospite del “Good Action Day”, la giornata delle buone azioni, organizzata da AVIS Comunale...