Il Progetto FA.C.E. non si ferma: in partenza il secondo anno di attività pilota a Napoli, Palermo, Teramo e Reggio Emilia

di

Nel pomeriggio di giovedì 17 settembre 2020, tutti i partner del Progetto FA.C.E. – Farsi Comunità Educanti si sono incontrati virtualmente in preparazione all’avvio del secondo anno di servizi pilota dedicati a genitori e bambini della fascia 0-6 anni. Un’occasione per confrontarsi e scambiarsi consigli e buone pratiche sulla gestione delle attività extra-scolastiche, perché genitori e bambini possano partecipare ai percorsi in tutta sicurezza, nel rispetto delle normative per il contenimento dell’emergenza sanitaria.
Il progetto nazionale FA.C.E – Farsi Comunità educanti – selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo di contrasto alla povertà educativa e affidato al capofila Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi – coinvolge dal 2018 quattro contesti difficili sul territorio nazionale a Napoli, Palermo, Reggio Emilia e Teramo per costruire, grazie ad una educazione di qualità, luoghi, reti e legami che rafforzino le comunità.
Iniziato nell’autunno 2018 ed entrato nel vivo nel 2019 e nel 2020, FA.C.E. ha coinvolto con le azioni pilota rivolte a genitori e bambini insieme oltre duemila persone. Più di mille adulti, tra educatori, insegnanti, psicologi, pedagogisti, genitori, dirigenti scolastici, atelieristi, amministratori pubblici, e circa 1.100 bambini in età fino ai 6 anni, iscritti e non iscritti ai servizi educativi. Queste piccole comunità intergenerazionali si sono mosse insieme, attorno ad attività pensate su misura per ogni territorio e co-progettate con le famiglie nell’ottica della rete, del benessere e della comunità educante.
Attività gratuite, al di là degli orari di frequenza di nidi e scuole d’infanzia, che possono costituire esperienze replicabili nel tempo e in altri luoghi. Spesso il sabato mattina, famiglie, scuole ed esperti si sono ritrovati per laboratori espressivi, corsi, aggiornamenti. Sono stati esplorati i più diversi linguaggi e temi, dalla musica al digitale, dall’alimentazione al massaggio infantile. Un modo per conoscersi di più tra genitori e bambini, tra famiglie, vicinato e scuola, in cui la scuola ha saputo svolgere un ruolo di connessione tra i vari soggetti del quartiere e con istituzioni, servizi sanitari e sociali del territorio.
Tra le principali azioni pilota Ben-Essere di Comunità a Palermo, le Face Zone di Napoli, Time Lapse o Cucina di Quartiere a Reggio Emilia, le Piazze d’Incontro a Teramo, che si preparano ad avviare il secondo anno di attività.
Alla video chiamata hanno partecipato la rete di partner territoriali:
  • Comune di Napoli
  • I.C. 70 Marino Santa Rosa
  • Remida Napoli
  • Comune di Palermo
  • ICS ” Sperone – Pertini” – Palermo
  • Associazione “Cuore che vede”
  • Associazione Nuovamente
  • Cooperativa Comunità Educante
  • Istituzione Scuole e Nidi del Comune di Reggio Emilia
  • Comune Di Teramo
  • Istituto Comprensivo Zippilli-Noè Lucidi
  • Deposito Dei Segni
  • Teramo Children

e la rete di partner nazionali:

  • Reggio Children
  • Fondazione E35
  • Gruppo Nazionale Nidi e Infanzia
  • Amref Health Africa

Ti potrebbe interessare

Contrasto alla povertà educativa nei quartieri Sperone e Brancaccio: ripartono in presenza le attività di Ben-Essere di Comunità e Orienta-Menti

di

Contrasto alla povertà educativa nei quartieri Sperone e Brancaccio. Grazie alla collaborazione tra scuola, famiglie, associazioni e Assessorato alla scuola del Comune...

Domenica 20 giugno Cucina di Quartiere al Nido Scuola Giobi di Reggio Emilia

di

Bambini, genitori, famiglie, cittadini sono invitati domenica 20 giugno alla Cucina di Quartiere a Reggio Emilia! Un’altra domenica di festa per stare...

Apertura iscrizioni ai servizi per la prima infanzia a Napoli, Palermo e Reggio Emilia

di

A partire da oggi 26 agosto fino al 15 settembre 2019, sono aperte le iscrizioni ai servizi per la prima infanzia in...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK