CON I LIBRI GIOCO IL MONDO: quando gli albi illustrati diventano strumenti di espressione e condivisione

di

Esperienza laboratoriale con i genitori e nelle scuole – MESAGNE (BR)

Cooperativa Sociale Cresciamo Insieme

Gli albi illustrati rappresentano una preziosa risorsa educativa nel percorso di crescita di un bambino. Grazie al peculiare linguaggio della narrazione iconica, i bambini possono dimostrare- se adeguatamente sollecitati- insospettabili abilità di lettura critica. L’uso quotidiano degli albi illustrati nei nostri servizi educativi di asilo nido e scuola dell’infanzia ha rafforzato in noi la consapevolezza che questi siano strumenti educativi poliedrici in grado sia di coinvolgere i bambini che conquistare gli adulti.

Non si tratta soltanto di educare all’ascolto e alla lettura precoce, bensì riteniamo che l’uso frequente degli albi illustrati sostenga la costruzione di un racconto corale, oltre a stimolare le competenze di alfabetizzazione visiva educando lo sguardo e stimolando la comprensione dei linguaggi iconici e la capacità di leggere le figure cogliendone significati simbolici.

Cosa intendiamo per racconto corale? La possibilità di sfruttare i linguaggi plurimi degli albi mettendo in relazione i partecipanti in esperienze laboratoriali e rielaborare pensieri, illustrazioni e agiti comunicativi. Quel che vogliamo condividere è la possibilità di usufruire degli albi illustrati per GIOCARE IL MONDO, reinventarlo, guardarlo con altri sguardi. È proprio questo il tipo di approccio che abbiamo voluto perseguire realizzando un percorso esperienziale che ha coinvolto bambini, genitori, gruppi classe e personale docente ed educativo nelle ultime settimane.

Il primo percorso “COLORE TRA LE MANI” con la presenza dell’artista e illustratore FUAD AZIZ, ci ha permesso di entrare nel suo mondo creativo in cui l’uso delle immagini, dei colori e della carta hanno tracciato storie dal sapore lontano, vissuti di speranza, viaggi verso nuove vite. Storie quanto mai attuali, che ci hanno permesso di sgranare gli occhi di fronte alla dura realtà delle guerre, ricordando ancora una volta il bisogno di costruire un mondo accogliente, capace di riconoscere le unicità di ognuno.

Il percorso si è articolato in tre momenti. A una prima formazione di insegnanti ed educatrici, hanno fatto seguito laboratori nelle scuole e attività con i genitori. La formazione insegnanti ed educatrici operanti nei servizi 06 anni dei comuni di Mesagne e San Pancrazio s.no ha visto partecipi 25 operatori afferenti a cinque servizi educativi diversi (Asilo nido Comunale di San Pancrazio s.no, Asilo nido e Scuola dell’Infanzia paritaria Cresciamo Insieme, insegnanti delle scuole dell’infanzia statali afferenti al Primo Circolo didattico “Giosuè Carducci” e Secondo Circolo Didattico “Giovanni XXIII” entrambi di Mesagne).  Il percorso ha permesso di affrontare l’uso degli strumenti grafico pittorici, la trasformazione creativa dei vari tipi di carta per la realizzazione degli albi illustrati e sculture magnifiche (STORIE DI CARTA, GATTI FANTASTICI e VILLAGGIO DEI POPOLI) nel corso di otto ore di attività. 

I LABORATORI NELLE SCUOLE hanno permesso invece di mettere insieme la libertà dei colori con la trasformazione creativa di elaborati artistici e con varie illustrazioni, frutto della sperimentazione con strumenti grafici.  Quale il miglior strumento a disposizione se non le nostre mani? Nel corso dell’incontro con i bambini a scuola, l’artista Fuad ha stimolato i piccoli all’espressione libera, alla creazione dell’incontro dei colori, tenendo conto del giusto dosaggio delle quantità, della pressione manuale, del piacere di affondare a piene mani i colori. Dietro ogni attività un messaggio simbolico per stimolare una riflessione sul dovere di superare le resistenze e sentirsi liberi di creare. Cosa può rappresentare una semplice macchia di colore? e se è formata da troppo colore? Possiamo alleggerirla con la tecnica della stampa e riprodurre un’altra immagine speculare. E quando tutti queste creazioni sono riutilizzabili, quando il calore del sole ha saldato l’immagine, cosa può diventare quel foglio colorato? Fuad ci ha aiutato a trasformarli in uccelli fantastici, policromatici, ciascuno diverso dagli altri, ognuno con il suo colore e la sua unicità. 

Il LABORATORIO CON I GENITORI: una colonia felina nel Castello Normanno Svevo di Mesagne non è stato da meno. Ritornare a vivere gli spazi comuni, incontrarsi in grandi gruppi, riassaporare il piacere di condividere esperienze, ecco in breve cosa ha rappresentato il laboratorio per bambini e adulti che del 19 marzo scorso. Un momento che abbiamo voluto dedicare ai papà, facendo coincidere il giorno della loro festa e il bisogno di rispettare gli ingressi ancora contingentati. Una sala adibita a convegni, uno spazio di norma destinato ad un pubblico adulto, che torna ad essere occupato dai bambini con in mente un modo diverso di vivere i luoghi e con il desiderio di dare un contributo per un uso flessibile degli spazi pubblici. L’incontro con Fuad Aziz è diventata un’occasione per esperire con i bambini e i genitori una parte del percorso di formazione svolto nei giorni precedenti, nello specifico tutti sono stati coinvolti nella creazione di una simpatica colonia felina in un breve momento che ha colorato il chiostro del Castello Normanno Svevo di Mesagne. Protagoniste la manipolazione della carta e la trasformazione degli elaborati grafici realizzati dai bambini e dai papà. (foto 8. 9. 10)

Regioni

Ti potrebbe interessare

Laboratori tra gioco, arte e creatività

di

Sono stati avviati, a partire dal 18 gennaio nei Centri Ludici Prima Infanzia (CLPI) 3 -36 mesi “Melo” e “Don Tonino Bello”...

Al via LABIRINTIMI, si accende di colori il Centro Ludico Prima Infanzia “Don Tonino Bello” di Bari

di

Al via LABIRINTIMI, una vera e propria “stanza delle meraviglie” in cui perdersi tra finestre e fili colorati. Un allestimento ludico-artistico è...

A Bari si conclude la Wunderkammer “I fili dei Racconti”

di

Con la Wunderkammer “I Fili dei Racconti” si sono concluse nel mese di giugno le attività della Coop. Soc. Progetto Citta all’interno...