A un anno dalla nostra prima mostra Bruno Munari | Trasformazioni

di

Grazie al progetto E se diventi Farfalla la Proloco Codognè a ottobre 2019, in collaborazione con Corraini edizioni, ha allestito presso la Biblioteca del Comune di Codognè in provincia di Treviso, un comune di poco più di 5.000 abitanti, la mostra-installazione Bruno Munari | Trasformazioni.

Attraverso il lavoro di Bruno Munari abbiamo intuito e compreso quanto il mondo del progetto e quello dell’infanzia siano strettamente connessi:

è stata una mostra da vedere e da toccare tra oggetti che hanno sconfinato consapevolmente tra le categorie di libro, libro-oggetto, gioco e installazione.

Aconà Biconbì all’ingresso della mostra

La mostra-installazione ha impegnato la biblioteca in numerose aperture straordinarie tra ottobre e dicembre 2019, oltre a numerose iniziative che hanno contribuito a rendere ogni visita un’esperienza significativa.

Nella serata di apertura Beba Restelli, allieva e collaboratrice di Bruno Munari, ha fatto una panoramica sulla figura dell’artista e sui tanti ambiti che hanno coinvolto la sua creatività poliedrica, incoraggiando poi grandi e piccoli a sperimentare di persona negli spazi della mostra. Il giorno successivo è stato dedicato alla formazione per insegnanti e operatori culturali, coordinata dalla stessa Restelli.

Due bambini davanti ai teli che ripropongono due pagine del libro Le macchine di Bruno Munari

Degli oltre mille visitatori che hanno sperimentato questo percorso sviluppato nella mostra-installazione tutta da agire, 641 erano studenti dai 4 ai 18 anni provenienti da scuole dell’infanzia, primaria, secondaria di I° e II° grado.

In collaborazione con la biblioteca, abbiamo attivato momenti di lettura per i più piccoli, un approfondimento sulla storia delle copertine dei libri per i ragazzi delle scuole superiori e, per tutta la durata della mostra, è stato allestito uno spazio dedicato ai laboratori coordinati da operatore formato al metodo Munari, progettati per le scuole, le famiglie, gli adulti.

Lo spazio dedicato ai laboratori

Tra i tanti libri e giochi presenti in mostra, vi raccontiamo quelli che hanno maggiormente coinvolto i nostri ospiti: con Nella nebbia di Milano, pubblicato nel 1968, Munari con immagini e suggestioni ci accompagnava a “vedere attraverso” la nebbia le figure che si intuiscono sfuocate in trasparenza e che, sfogliando le pagine, diventano più chiare e nitide.

L’installazione presente nella mostra, con i quattro grandi teli che simulavano le pagine, ha regalato un salto di dimensione dal libro e attivato, soprattutto nei bambini, un gioco dinamico per nascondersi o emergere dalla nebbia.

L’installazione Nella nebbia di Milano

Il gioco compositivo, legato alle trasparenze, ritorna con Più e meno, progettato con Giovanni Belgrano nel 1970. Il gioco è composto da molte immagini su sfondi trasparenti, sovrapponibili e componibili a piacere che generano storie e racconti sempre diversi. In un pomeriggio tranquillo, due ragazzini di 11 e 13 anni, hanno giocato con Più e meno con un’applicazione stop motion scaricata nel telefono. Ne è nata una divertente storia che ha visto protagonista un vivace cagnolino!

Bambini giocano sul tavolo luminoso con Più e meno

I nostri piccoli e grandi visitatori hanno giocato con la scatola di architettura MC1, prodotta originariamente nel 1945, che contiene una serie di “mattoni” in legno di varie forme modulari con cui si possono costruire edifici reali e immaginari.

La scatola Architettura MC1

Ogni libro, oggetto e gioco presente nella mostra-installazione ha raccontato come Munari ha sempre dedicato la propria attività creativa alla sperimentazione, tenendo insieme con straordinaria bellezza la dimensione del contenuto con la forma e il materiale.

Nella mostra era presente una cassettiera, come quelle che possiamo trovare nello studio di un progettista: ogni cassetto conteneva il riferimento a un progetto, per esempio quello dedicato alle sculture da viaggio, a una ricerca, o dei libri tra cui ricordiamo i prelibri, i cappuccetti e i libri illeggibili.

Una bambina davanti alla cassettiera sfoglia i Prelibri

Bruno Munari | Trasformazioni è stata una mostra-installazione che ha messo al centro, con i progetti, i giochi e i libri di Bruno Munari, l’attenzione progettuale, la cura e la bellezza che dobbiamo pretendere e riservare ai bambini e alle bambine e che guiderà le nostre scelte per la prossima mostra Dappertutto | libri e bambini in gioco in programma per il 2021.

 

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK