DAPPERTUTTO | libri e bambini in gioco, una mostra interattiva per sperimentare la creatività

di

La Biblioteca Comunale di Codognè, a Treviso, si conferma ancora una volta cuore vivo e pulsante della comunità. Una nuova mostra, inaugurata a ottobre 2021, mette in scena laboratori scolastici, offre formazione per gli insegnanti del territorio e promuove iniziative che possano riempire lo sguardo e la mente delle persone.

Cartolina invito alla mostra; progetto accoglienza classi prime – telai; nido integrato – libri tattili

“DAPPERTUTTO | Libri e bambini in gioco” è il titolo della mostra interattiva rivolta a educatori, famiglie, associazioni e a tutte quelle persone che vogliono vedere e sperimentare la creatività come mezzo espressivo di crescita e come simbolo di accoglienza.

Allestita con cura presso uno spazio dedicato della sala conferenze, la mostra ha coinvolto attivamente le classi prime, seconde e terze della scuola primaria di Codognè. Al centro della scena i libri e i giochi dei bambini e delle bambine che hanno partecipato all’iniziativa nei quasi quattro anni del progetto E se diventi Farfalla.

Spazio gioco: contrasti di colori puri rosso, giallo, blu, bianco, nero; giocare con un filo di lana: disegni

Frutto di questi lavori sono alcuni oggetti realizzati dai bambini e dalle bambine insieme ai loro genitori, ma anche libri realizzati con i propri disegni e le loro ricerche e libri tattili nati dalla sperimentazione, dal gioco e da esperienze tutte sensoriali.

La mostra è stata anche un’occasione per presentare i due nuovi progetti “Aule a cielo aperto” e “Un metro di gioco”, nati durante il lockdown grazie alla collaborazione di Roberta Isola di Codognè e Wanda    Cronio – Solidarietà e Azione di Mazara Del Vallo, Sicilia.

Kit gioco “un metro di legno” e “un metro di feltro”

Entrambe, formate al Metodo Bruno Munari®, hanno quindi pensato a due proposte di gioco, trasformando il famoso “metro di distanza” in uno strumento di vicinanza e unione, che ha messo insieme due realtà così distanti, creando una connessione Veneto-Sicilia tutta da giocare!

Le relazioni con il territorio sonno state ricche di scambi e di intrecci. A Codognè, il coinvolgimento attivo del Centro Italiano Femminile e quello di alcuni artigiani locali ha permesso anche la realizzazione di materiali presenti durante la mostra e che richiamavano all’agire.

Progetto accoglienza classi prime: gioco di fili e nastri su telaio; Centro Italiano Femminile: il lavoro dei bambini viene trasferito e cucito su una tela di cotone; alcuni quadri esposti in mostra

Nel corso di queste giornate, tra la mostra e la gioia di grandi e piccoli visitatori, abbiamo voluto offrire la possibilità di sperimentare e dare prova di quanto le mani e l’immaginazione vadano a braccetto e possano essere frutto di creatività e fantasia.

In occasione dell’inaugurazione, abbiamo lanciato uno spunto invitando ad arricchire di questi materiali ogni aula, in ogni scuola. Proposito fatto proprio anche da La Scuola del Fare, associazione culturale di Castelfranco Veneto, che ha curato la giornata di formazione per educatori e insegnanti “Animare libri e lettura, per un progetto di educazione alla lettura” con Elia Zardo e Enrica Buccarella.

Una giornata intensa e ricca di stimoli, un bagaglio prezioso che portato in classe diventerà scintilla di esperienze significative, di crescita personale e di relazione.

Giornata di formazione a cura della scuola del fare di Castelfranco; famiglie in visita alla mostra

“Il rumore gioioso   dei bambini all’opera è musica!” così ha esclamato Roberta Isola, che ha voluto anche i bambini e le bambine protagonisti di queste iniziative in occasione dell’inaugurazione.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Giochiamo con il Metro nelle Aule a cielo aperto tra Codognè e Mazara

di

Il progetto “Aule a cielo aperto” nasce in tempo di lockdown da un’idea condivisa tra atelieristi di “Solidarietà e Azione” di Mazara...

Scuola primaria Collodi, Codognè: un kit sensoriale per tenere il con-tatto con i bambini durante la chiusura delle scuole

di

Nel mese di marzo 2021, con la chiusura delle scuole e la conseguente attivazione della didattica a distanza, si è resa indispensabile...

Crediamo nei bruchi, sogniamo farfalle…

di

Quattro giorni intensi per discutere e sperimentarsi. I partner delle nove regioni italiane coinvolte nel progetto ‘E se diventi farfalla’ si sono...