Ostia. Una sessione di progettazione partecipata per ripensare il rapporto tra scuola e territorio

di

Nota Stampa

Prosegue nel Municipio Roma X la sinergia tra i due progetti “DOORS: Porte Aperte al Desiderio come OppOrtunità di Rigenerazione Sociale” e “RelAzioni a catena – comunità educante in movimento”.
Open Space di progettazione partecipata il 25 settembre alle ore 15,00 presso il Teatro del Lido di Ostia

I progetti “RelAzioni a catena – Comunità educante in movimento” e “DOORS: Porte Aperte al Desiderio come OppOrtunità di Rigenerazione Sociale” sono finanziati dall’Impresa sociale Con i Bambini e nel corso del 2020 hanno costruito una collaborazione che poggia le sue fondamenta sulla similarità degli obiettivi progettuali e dei valori che accomunano le due partnership. RelAzioni a catena è capofilato da Associazione AIM, mentre DOORS vede il CIES Onlus quale leading partner. Le azioni di DOORS sul territorio di Ostia sono realizzate dall’Associazione culturale Affabulazione.

Venerdì 25 settembre presso il Teatro del Lido di Ostia, dalle ore 15.00 alle ore 18.00, i facilitatori di Associazione AIM e di Affabulazione organizzano una sessione di progettazione partecipata in presenza, aperta ai partecipanti del Tavolo di Programmazione Territoriale avvenuto il 12 maggio 2020. Una preziosa continuazione del lavoro impostato durante il primo incontro che poggia sulla forte consapevolezza, dati anche i recenti fatti di cronaca, che la riduzione della povertà educativa debba essere il prioritario obiettivo della comunità educante locale.

L’incontro è volto ad esplorare le strategie possibili per affrontare il momento storico, nell’ottica di far dialogare al meglio le intelligenze e le sensibilità del territorio intorno alle imminenti sfide educative e culturali.
Vi sarà occasione per conoscersi meglio, finalmente in presenza nel pieno rispetto delle normative anti-Covid, negli ampi spazi del Teatro del Lido di Ostia quale presidio culturale a sostegno dei processi educativi del territorio.

Di seguito alcuni dei temi che saranno affrontati nei gruppi di discussione: l’educazione formale e non formale, il rapporto tra scuola e territorio nonché la connessione strategica tra i vari servizi esistenti nel Municipio X, nell’ottica di mitigare gli effetti della pandemia di cui risentono fortemente i minori e le loro famiglie.

La cooperazione tra Scuola, Terzo settore, Istituzione e Comunità locale è fondamentale per ridurre i rischi di dispersione scolastica e sociale e per immaginare scenari sostenibili per il futuro.
Le tecniche di lavoro saranno accuratamente individuate dai facilitatori per favorire la partecipazione attiva di ciascuno e giungere insieme alla visione concreta di possibili soluzioni ai problemi.

Ti potrebbe interessare

PONTI PIALESI: a Villa San Giovanni resiste la voglia e la capacità di agire insieme e costruire punti di aggregazione per tutelare il bene comune, la legalità e l’accesso ai diritti delle fasce più fragili.

di

L’Associazione socio-culturale Ponti Pialesi è il partner del progetto Doors grazie al quale abbiamo la possibilità di sperimentare il nostro modello integrato...

13 canzoni trasformano in bellezza parole e emozioni

di

ESCO le canzoni inedite scritte dai ragazzi e delle ragazze dell’Unità di Musica di Spazio Arteducazione diventano un CD! È un giovedì...

Projects, Peers, Passion, Play: a scuola di creatività con l’approccio Learning Creative Learning

di

Comunicato Stampa Dall’11 febbraio al 13 marzo, il PDP porta online le attività del progetto DOORS con una formazione gratuita per docenti...