La povertà educativa in cifre

di

CALABRIA è terza nella classifica che misura l’indice di povertà educativa e resilienza in Italia, stilato da Save the Children . Con il valore di 119 la nostra Regione ha ottenuto il risultato peggiore solo dopo Campania e Sicilia.
Lo svantaggio si eredita ovvero la povertà educativa è fortemente associata alla situazione socio-economica della famiglia. Secondo l’OCSE (2016) in Italia soltanto l’8%
dei giovani trai i 25 e i 34 anni con genitori che non hanno completato la scuola secondaria superiore ottiene un diploma universitario (la media è del 22%). La percentuale sale al
32% tra i giovani con genitori con un livello d’istruzione secondario, e raggiunge il 65% tra coloro i quali hanno genitori con diploma universitario. A questo si aggiunge il dato
degli alunni di 15 anni che non raggiungono le competenze minime in matematica e lettura che cambiano in base al luogo di nascita dei genitori. Impresa sociale “Con i Bambini” ha inoltre evidenziato nel report febbraio 2018 carenze notevoli nella presenza di asili nido e servizi per la prima infanzia, nella diffusione delle biblioteche, nella disponibilità di palestre nelle scuole e
nella raggiungibilità delle scuole.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Best practice al Consiglio Regionale. Grande successo di pubblico al momento di incontro organizzato dal team progettuale di “Come un faro”

di

«Una comunità umanizzante non impoverisce ma arricchisce. Essa si concretizza solo considerando i bambini autentici autori dell’educazione». Le parole di Don Giacomo...

Zoom sulle periferie del territorio: nuovo servizio a Serro Valanidi

di

A circa un mese dall’inaugurazione dei locali della scuola dell’infanzia dell’Istituto Comprensivo di Motta San Giovanni plesso Serro Valanidi, possiamo tentare di...