QUISSI in città: educatrici ed insegnanti dentro e fuori il museo

di

Il percorso formativo gratuito “QUISSI in città”, a cura dell’associazione culturale Les Friches, è iniziato sabato 25 febbraio 2023 presso gli spazi dei Musei civici di Palazzo Buonaccorsi di Macerata ospitando realtà educative, pubbliche e private, della fascia 0/6 anni dell’ATS15.

Più di trenta sono stati gli iscritti: 24 educatrici di Asili Nido, 11 insegnanti di Scuole dell’Infanzia e coordinatrici pedagogiche provenienti non solo da Macerata, ma anche da città dell’Ambito come Corridonia, Pollenza, Treia e Petriolo. Anche questa volta una bella collaborazione con l’Istituzione Musei civici di Palazzo Buonaccorsi e con Macerata Culture che ci ha ospitate.

Si è dato avvio ad un corso di formazione in quattro appuntamenti all’interno del progetto “C’era una volta”, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, con l’obiettivo di indagare il “fuori urbano” come ambiente di apprendimento e di gioco per bambine e bambini, partendo dagli adulti.

Per comprendere il fuori, ciò che contiene e gli imprevisti di cui è portatore, bisogna allenare lo sguardo. Si è scelto così di iniziare questo cammino in un museo, contesto noto a tutti, che fa dello sguardo uno dei suoi sensi primari, e la cui fruizione è chiara e rituale. Come osservare un luogo con occhi nuovi decostruendone il lessico e l’estetica? Un piccolo mediatore, un aggettivo snello e essenziale, un invito a cercare e a mettersi in discussione. Un percorso poi da condividere insieme al fine di comprendere le osservazioni altrui e farle proprie in un contesto che si fa contenitore e contesto di formazione e co-formazione. Il filo conduttore, da supporto all’occhio, è stato un unico foglio bianco che si fa pieno e vuoto, presente e assente. Tale esperienza ha segnato l’inizio di un tracciato che parte da dentro, anche dentro di noi, e vuole portarci fuori.

I partecipanti hanno così vissuto e conosciuto spazi esterni, come il cortile del museo, e spazi interni, le sale espositive, entrando in relazione con l’architettura e le opere, con se stessi e le altre persone, accompagnati da un semplice dispositivo di osservazione e da una parola ciascuno: alto, basso, stretto, largo, pieno, vuoto ecc …

Nei successivi appuntamenti a cadenza mensile, il prossimo giovedì 23 marzo, il corso entrerà sempre più nella dimensione ludico-esplorativa tra vicoli, piazze e piagge del centro storico di Macerata. L’urbano con i suoi vuoti sarà il contesto scelto e lo sguardo farà di nuovo da protagonista suggerendo ad educatori ed insegnanti stimoli per una progettazione di attività all’aperto, in città.

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

“Giochiamo in città”, al via i nuovi laboratori gratuiti

di

Dopo quella organizzata la scorsa estate, arriva una nuova serie di laboratori gratuiti denominata “Giochiamo in città” sempre dedicata a famiglie e...

“C’era una volta”: arrivano i voucher per famiglie

di

L’impresa sociale “Con i Bambini”, all’interno del bando “Comincio da Zero”, ha finanziato il progetto “C’era una volta” e tra i soggetti...

Le proposte Polo9 per ampliare l’offerta socio educativa 0-3 anni

di

Con i progetti di Polo9, la storia è cominciata anche ad Ancona.  Protagonisti il mondo dell’infanzia, ovvero tutti gli attori che ruotano...