RACCONTIAMO LE NOSTRE STORIE CUCITE A MANO NELLA PERIFERIA DI ROMA

di

Roma è una delle tre città coinvolte, insieme a Moncalieri e Lecce, nel progetto Storie cucite a mano. Selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, “Storie cucite a mano” è incentrato sulla prevenzione del disagio e sulla promozione del benessere per bambine e bambini tra i 5 e i 14 anni e per le loro famiglie. Scuola, servizi, associazioni e cooperative del territorio sperimentano interventi innovativi: laboratori, workshop, servizi, spettacoli teatrali e molto altro. Nella periferia della Capitale, in territori di frontiera e troppo spesso alla ribalta della cronaca (tra i più recenti fatti legati alla discriminazione delle minoranze come a Torre Maura e Casal Bruciato e nello specifico all’interno dei Municipi VI e IV) il progetto è coordinato da Associazione 21 luglio e vede tra i partner Associazione Garofoli/Nexus, Digiconsum, Istituto Comprensivo Giovanni Palombini, Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio, In.F.O.LInnovazione formazione orientamento e lavoro e ABCittà.

Già a partire dallo scorso mese di marzo sono partiti i laboratori espressivi teatrali in tre classi dell’I.C. Giovanni Palombini a cura di Compagnia Garofoli/Nexus, gli incontri di formazione sul coding rivolti a insegnanti ed educatori, e altre attività come “Mamme di quartiere”, “Spazi in crescita” e “Community worker” (attività di orientamento al lavoro e percorsi di formazione). Infine, a cura di Associazione 21 luglio sono stati attivati uno sportello di orientamento ai servizi territoriali e supporto legale e “Officina scolastica”, unità operativa di strada con attività educative e di supporto allo studio.

Tante le iniziative in cantiere nelle prossime settimane. Mercoledì 5 giugno alle ore 14:30 nell’IC Giovanni Palombini (Via Giovanni Palombini 39) si svolgerà un appuntamento aperto ai genitori di “Spazi in crescita”, un workshop di progettazione partecipata dove bambini e adulti immagineranno come ridisegnare il giardino della scuola. Dal 10 al 28 giugno, inoltre, nel Polo Ex – Fienile (Largo F. Mengaroni 29) parte Estate al polo, centro estivo per bambini e ragazzi dai 7 ai 14 anni all’insegna dell’arte e del gioco. La sezione “Tutta mia la città” accoglierà una serie di eventi. Sabato 8 giugno appuntamento con “Tinte urbane“. Dalle 16:30 il rapper MC Shark presenterà i linguaggi dell’hip hop come strumento di socializzazione creativa. A seguire intervento di arte urbana sul valore della diversità con il coinvolgimento del territorio a cura dello street artist Gojo. Venerdì 21 giugno dalle 16:30 andrà in scena “Cantalamappa. Atlante bizzarro di luoghi e storie curiose“, una lettura scenica di favole per bambini e famiglie, a cura di Compagnia Garofoli/Nexus, liberamente tratte dal romanzo di Wu Ming. A seguire un aperitivo per grandi e piccini. Venerdì 28 giugno dalle 18 spazio alla Festa di San Juan a cura di LaPE – Laboratorio di pratiche etnografiche, una serata a sfondo antropologico, danze intorno al fuoco e ritualità di quartiere. Mercoledì 3 e martedì 10 luglio dalle 14:30 nell’I.C. Giovanni Palombini appuntamento con “Proiettati in una storia” con lettura animata e laboratorio per adulti e bambini sul tema del pregiudizio e dell’integrazione, a cura dell’associazione Culturale Dadaumpa. Sabato 6 luglio (ore 21) nel Teatro Tor Bella Monaca (Via B. Cirinno) in scena Macbeth rock opera dell’Associazione Vega Rock Musical, con posti riservati tramite il Salvadanaio di Cultura Sospesa, un programma di donazioni volto a incentivare la partecipazione a eventi culturali a pagamento da parte di famiglie meno abbienti. Mercoledì 17 luglio dalle 14:30 nell’IC Giovanni Palombini spazio a “Permettete Pulcinella”, spettacolo di burattini tra tradizioni popolari e filastrocche, a cura di Compagnia Yaaled – ricerca e pratica teatrale.

Storie Cucite a Mano lavorerà per tre anni su attività trasversali, da ricondursi a quattro aree principali: Mondo scuola, per rimettere al centro la scuola e rinsaldare il suo legame con il territorio, attivando percorsi educativi di sostegno ai minori volti a combattere l’isolamento, completando l’offerta educativa; Minori al centro, per proporre maggiore protagonismo di minori e famiglie all’interno del sistema dei servizi socio-educativi, per generare inclusione e attivazione dei beneficiari, utilizzando tecniche individuali di engagement, volte a raggiungere le situazioni più fragili ed isolate; Tutta mia la città per abitare e animare i territori con occasioni e opportunità di condivisione, di protagonismo e di “cultura formato famiglia”, per accompagnare i singoli alla riscoperta dei propri talenti, lavorando alla creazione e rigenerazione dei legami di comunità; Governance, comunicazione, monitoraggio e valutazione, per rinforzare la rete e le relazioni tra i partner, per condividere esperienze e connettere sul piano nazionale i territori con sperimentazioni e azioni che consentano di raccogliere le esperienze e riconoscersi in un percorso di cambiamento condiviso, monitorando i risultati in itinere e valutando gli impatti dello stesso per produrre un modello trasferibile.

Il progetto coordinato dalla Cooperativa Sociale Educazione Progetto di Torino (capofila), dalle associazioni 21 luglio Onlus di Roma e Fermenti Lattici di Lecce, con il monitoraggio della Fondazione Emanuela Zancan e la comunicazione a cura della Cooperativa Coolclub, coinvolgerà numerosi partner nei vari territori. Oltre alle amministrazioni comunali di Moncalieri e Lecce e all’Unione dei Comuni di Moncalieri, Trofarello e La Loggia, il progetto vede tra i partner Associazione Teatrulla, Coop. Soc. Pg. Frassati, Istituto Comprensivo Statale “Santa Maria” (Moncalieri), Associazione Garofali Nexus, Digiconsum, Istituto Comprensivo Giovanni Palombini, Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio, In.F.O.L Innovazione formazione orientamento e lavoro (Roma), Casa Circondariale di Lecce, AbCittà società cooperativa sociale onlus, Istituto Comprensivo “P. Stomeo – G. Zimbalo”, Principio Attivo Teatro, PSY Psicologia e Psicoterapia cognitiva integrata (Lecce)

Il progetto Storie Cucite a Mano è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. Info su www.conibambini.org.

Storie cucite a mano / Roma
roma@storiecuciteamano.it

Regioni

Ti potrebbe interessare

TEATRO IN CASA – GIOCHIAMO CON LE PAROLE

di

Per Teatro in casa di Storie cucite a casa oggi giochiamo con le parole! Gianni Rodari diceva che “una parola gettata a caso...

LE NOSTRE STORIE CUCITE ESCONO DA CASA!

di

Quest’anno scolastico un po’ anomalo si è concluso e anche le nostre attività ludiche e teatrali che, come la DaD, sono diventate...

RAUTALAMPI DI GAROFOLI/NEXUS IN SCENA A ROMA

di

Giovedì 2 dicembre alle 12 nella Sala Teatro dell’Istituto Comprensivo Giovanni Palombini di Roma, per “Storie cucite a mano”, progetto selezionato dall’impresa...