Un’estate con STEM*Lab

di

Una comunità educante capace di innovare si forma grazie alla riflessione sui propri modelli e sul proprio sistema di riferimento, offrendo a tutti le competenze necessarie per interpretare la complessità del momento attuale e offrire opportunità di crescita, oltre gli ostacoli dettati dal distanziamento fisico. L’emergenza Covid-19 ha dimostrato, con ancor maggiore evidenza, come la disparità di strumenti e competenze tra le famiglie abbia ricadute significative sulla crescita dei futuri cittadini.

Stem*Lab – Scoprire Trasmettere Emozionare Motivare ha come obiettivo quello di offrire una risposta a questa criticità, creando ed animando spazi in contesti scolastici aperti al territorio e a tutte le fasce sociali, con attività curriculari ed extracurriculari, che siano luoghi di sviluppo di competenze trasversali attraverso l’apprendimento e la sperimentazione delle materie STEM (Science Technology, Engineering, Mathematics).

La chiave strategica di questa azione congiunta sta nella definizione di una metodologia educativa comune, da applicare attraverso il coordinamento scientifico del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, in collaborazione con i partner territoriali (Kairos scs, Libertitutti scs, PAAdvice, CESIE, CdIE) e gli altri partner scientifici (Fondazione ECM, Museo MAV di Ercolano, PALERMOSCIENZA) e locali. Questa metodologia, costruita grazie ad una ricerca pluriennale nell’ambito di un efficace trasferimento di metodologie dell’educazione informale a settori dell’educazione formale, include attività di sperimentazione legate al mondo della scienza (tinkering, coding, inquiry based learning, robotica educativa, engineering, sperimentazione agro-ecologica), momenti di riflessione sui modelli educativi, reti di scambio delle competenze all’interno della comunità educante, da regione a regione.

Lo scorso marzo era prevista l’apertura dei laboratori all’interno dei 13 presidi scolastici coinvolti, in un ambiente in cui lo stesso allestimento e i materiali vengono progettati in considerazione delle esigenze di apprendimento di tutti e tutte, grazie alla collaborazione con PLUG.

Il lockdown ha costretto alla temporanea sospensione di queste attività, che verranno avviate alla riapertura delle scuole, ma si è continuato a lavorare per il consolidamento della rete interna e per offrire una risposta immediata all’emergenza educativa, agevolando la didattica a distanza e dando vita ad una serie di contenuti online a vantaggio di docenti, educatori e studenti.

La programmazione online #STEMacasa

Sono stati attivati, dunque, quattro gruppi Facebook regionali, con lo scopo di agevolare il coordinamento locale tra partner scientifici, docenti, educatori, studenti, famiglie e associazioni sul territorio. Al loro interno e su un canale YouTube sono stati messi a disposizione video-tutorial realizzati dagli operatori, con i quali è stata proposta ai ragazzi una serie di attività educative, di gioco e di scienze, facili da svolgere da soli o con i genitori, incoraggiandoli alla condivisione dei risultati. https://bit.ly/stemlabvideo

Si ringrazia per il coordinamento organizzativo PAAdvice e CESIE, per il supporto scientifico Museo MAV di Ercolano e PALERMOSCIENZA.

Le attività di tutti i canali di comunicazione nazionale, social e newsletter sono stati dedicati alla condivisione di risorse utili alla didattica a distanza, raccogliendo webinar, strumenti e library digitali, app utili, informazioni su programmi di sostegno messi a disposizione da enti pubblici e privati, opportunità di approfondimento e riflessione sul futuro del mondo dell’educazione.

i.lab Marte 

Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci

L’i.lab Marte è pensato in particolare per i ragazzi dai 9 ai 14 anni, che saranno invitati a partecipare ad una vera e propria missione sul pianeta rosso attraverso un gioco di ruolo. Divisi in piccoli gruppi – veri e propri team di ricerca- dovranno svolgere attività sperimentali per esplorare e gestire in modo concreto situazioni/eventi/cose che succedono sulla base marziana e garantire la sua sopravvivenza sul pianeta extraterrestre.

Una trama narrativa regge e motiva le esplorazioni degli studenti di elementi scientifico/tecnologici sulla base, come ad esempio: coltivare vegetali per assicurare cibo all’equipaggio, provvedere alla manutenzione e alla produzione di energia, mantenere in buona salute fisica e mentale l’equipaggio, gestire i supporti vitali della struttura, esplorare con i rover la superficie esterna saranno le attività che i ragazzi dovranno compiere.

Attività educative estive, a sostegno delle famiglie e supporto ai docenti

in collaborazione con Liberitutti scs

> Durante tutta la Fase 1 di lockdown, la cooperativa Liberitutti è stata attiva in azioni di contrasto alla dispersione scolastica attraverso l’assistenza alle famiglie e la raccolta di dispositivi digitali per superare le difficoltà di connessione di alcuni studenti.

> In collaborazione con la Fondazione ECM, a fine agosto sarà dedicato alle studentesse e agli studenti un programma di accompagnamento al rientro a scuola con lezioni online.

> All’interno della programmazione estiva, verranno organizzate 4 settimane di laboratori a tema STEM, accompagnati da uno STEM*kit con schede didattiche e materiali di gioco nati dalla collaborazione con il Dipartimento Educativo della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, l’Ufficio Didattica e Divulgazione di Infini.to – Planetario di Torino e i MAUTOLabs, a cura del MAUTO-Museo Nazionale dell’Autombile.

> Infine, per rispondere alle esigenze di ripresa della vita sociale e di comunità dei bambini, STEM*Lab parteciperà alla rassegna cinematografica “Barriera è casa mia” organizzata dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema (AMNC) in partenariato con il Cineteatro Monterosa, negli spazi all’aperto dell’Oratorio Michele Rua nel quartiere di Barriera di Milano, per approfondire in modalità cineforum alcuni temi scientifici a partire dai tre titoli in programma:

  1. Si alza il vento | venerdì 10 luglio h 21,30
  2. Il diritto di contare | venerdì 31 luglio h 21,30
  3. The Italian Job | mercoledì 12 agosto h 21,30

 

 

Il valore di STEM*Lab per i partner scientifici

“Contribuire a contrastare la povertà educativa e l’impegno a sviluppare opportunità di crescita per le nuove generazioni è una assoluta priorità del Museo. Risorse private che finanziano investimenti sull’educazione alle STEM evidenziano capacità di lettura dei bisogni del presente e lucida visione per il futuro. Siamo felici che le metodologie educative del Museo per le STEM, su cui facciamo ricerca e sviluppo con un team dedicato, siano state scelte come strategia per lavorare sulle fragilità sociali. Abbiamo il ruolo di coordinatore scientifico per lo sviluppo di STEM*Lab sui territori e per la formazione di insegnanti e operatori e offriamo un contributo permanente con un nuovo spazio educativo, attività speciali e risorse innovative progettate ad hoc per lavorare con la comunitá educante – insegnanti, studenti e famiglie – della città di Milano”

Patrizia Cerutti, Responsabile Programmi per l’Educazione allo STEM, Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci

 

“Il lockdown ha rappresentato anche una sfida di innovazione e di creatività, arricchendo l’esperienza del progetto Stem*Lab. In questi mesi abbiamo sperimentato nuove modalità di relazione con la comunità di docenti e operatori, con i ragazzi coinvolti nelle attività: questo patrimonio di esperienze servirà anche per il nostro lavoro futuro”

Ciro Cacciola, Direttore Generale del Museo MAV di Ercolano

 

“La condivisione di idee e metodologie è sempre stato un punto fermo dell’Associazione PALERMOSCIENZA ed è la MOTIVAZIONE per cui abbiamo voluto fortemente aderire a questo progetto. Lo SCOPRIRE che questo è un pensiero condiviso da tutti i partner è una grande EMOZIONE e ci permette di TRASMETTERE anche all’esterno, con le azioni che abbiamo portato avanti in questo periodo difficile. Che la forza di questo progetto continui ad essere “superare le distanze” in tutti i sensi.”

Valeria Greco, Coordinatrice per l’Associazione PALERMOSCIENZA

 

“La creativitá digitale è sempre più centrale nella crescita e nella competitività del nostro paese. Le STEM rappresentano una straordinaria opportunità per i ragazzi di sviluppare competenze con un approccio nuovo che li renda più coinvolti e partecipi. Come Fondazione ECM anche durante questi mesi difficili abbiamo continuato a lavorare a fianco degli insegnanti del territorio proponendo contenuti digitali a supporto della didattica a distanza”

Dario Netto, Coordinatore Progetti Culturali della Fondazione ECM

 

 

Per informazioni sulle attività estive: comunicazionestemlab@consorziokairos.org

 

 

Ti potrebbe interessare

Al via il ciclo di webinar sul futuro della comunità educante attraverso le STEM

di

  Venerdì 29 gennaio si è svolto il primo webinar a cura del progetto STEM*Lab, con la collaborazione del nostro partner territoriale...

Scienza e questioni di genere: educare le giovani donne alle materie STEM

di

Creare un ambiente di apprendimento e ricerca più equo ed inclusivo e assicurare pari opportunità nel mondo del lavoro costituiscono gli aspetti...

La scuola è aperta a tutti, 1° comma dell’art. 34 della Costituzione Italiana

di

«La scuola è aperta a tutti», recita il 1° comma dell’art. 34 della Costituzione, individuando il principio che guida le politiche per...