I disturbi dell’apprendimento specifici e aspecifici

di

Mercoledì 29 novembre 2023, all’interno del progetto RESTART – azione di formazione 6.1 Laboratori Question Time- si è tenuto il seminario online “I disturbi dell’apprendimento specifici e aspecifici: quando gli aspetti traumatici si manifestano anche con sintomatologia DSA”, condotto dalla dottoressa Sonia Corbella, neuropsichiatra, esperta di apprendimenti in età evolutiva e di trauma complesso e dissociazione, socia AISTED.

La rete dei professionisti delle organizzazioni partners di RESTART, destinatari privilegiati dell’azione Question Time, ha espresso grande interesse, manifestando bisogni di approfondimento e necessità di implementare strategie operative efficaci per la comprensione e l’accompagnamento alle difficoltà di apprendimento di bambine e bambini, presi in carico presso i rispettivi servizi.

La dottoressa Corbella, con grande passione, competenza e chiarezza, ha affrontato un tema così complesso attraverso il contributo delle neuroscienze e della letteratura trauma informed, ricordando quanto vi sia un continuum tra Disturbi Specifici e Difficoltà di apprendimento correlati a storie infantili di trauma relazionale; inoltre, per quanto le diagnosi e le certificazioni BES siano importanti per l’inquadramento dei bisogni di apprendimento in età scolastica, resta centrale riferirsi al funzionamento del bambino, guardando oltre il comportamento sintomatico e/o patologico, restando connessi sugli aspetti emotivi e approfondire le condizioni ambientali e relazionali di ogni caso. La relazione con i caregiver e la qualità dell’attaccamento rappresentano quel nutrimento primario che struttura e plasma la memoria implicita e le funzioni sensoriali, visuospaziali, esecutive e di pianificazione, prerequisiti essenziali per le future capacità cognitive e di apprendimento. La relazione con insegnanti preparati e con adulti professionisti specificatamente formati, inoltre, resta centrale per l’evoluzione ed il recupero del benessere in età evolutiva.

Il corpo e il sé corporeo assumono centralità e rilevanza soprattutto nella dimensione dell’apprendimento, in quanto lo sviluppo cognitivo, affettivo e motorio vanno di pari passo fin dalla vita intrauterina: la formatrice ha dedicato gran parte della giornata all’approfondimento delle componenti prassico motorie, soprattutto rispetto alla scrittura, alla disortografia e alla disprassia.

La modalità pratica proposta dalla dottoressa Corbella, con molti momenti esperienziali e tanti video di casi clinici ed esempi di trattamento, ha garantito alta partecipazione e attento coinvolgimento, rendendo l’apprendimento formativo efficace e concreto.

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Prendersi cura degli operatori che si prendono cura delle famiglie

di

Attraverso una serie di incontri svoltisi tra il mese di marzo e di maggio, nell’ambito delle attività di sensibilizzazione e formazione degli...

Le innovazioni nel sistema giudiziario civile e minorile e il ruolo dei servizi sociosanitari

di

Le innovazioni nel sistema giudiziario civile e minorile e il ruolo dei servizi sociosanitari è il titolo del corso di formazione che...

Progetto RESTART: Dedalus organizza a Mugnano un seminario sulla violenza di genere

di

Nell’ambito delle iniziative legate al progetto RESTART,  venerdì 15 marzo, presso l’Aula Consiliare del Comune di Mugnano, la cooperativa sociale Dedalus ha...