Scheda Progetto

Soggetto Responsabile
Cemea del Mezzogiorno Onlus

Localizzazione degli interventi
Anzio (RM), Nettuno (RM), Latina, Subiaco (RM), Roma

Importo deliberato
467.000 euro

Partenariato
Acli Provinciali di Latina, Associazione Aurora, Associazione Centro Ricerche Sulla Famiglia, Associazione Con_tatto, Associazione Fantasticart, Associazione Filobus 75, Associazione La Fonte 2004, Associazione Pontireti, Associazione Raccontarsiraccontando, Auser Comprensorio Provinciale Latina, Cammino, Centro Servizi per il Volontariato, Comune di Latina, Comune di Subiaco, Confraternita delle Stimmate di Cisterna, Cooperativa Sociale Raggi di Sole, Focus-Casa Dei Diritti Sociali, Il Semaforo Blu Società Cooperativa Sociale, Istituto Comprensivo Don Milani, Istituto Comprensivo Tor De’ Schiavi, Istituto Comprensivo Uruguay, Istituto Comprensivo Anzio III, Istituto Comprensivo Nettuno I, Istituto Comprensivo Subiaco, Progetto 2000 Società  Cooperativa Sociale, Ruotalibera Cooperativa Sociale, S.P.I.G.A. Società  di Psicoanalisi Interpersonale e GruppoAnalisi, Studio RisorseObiettiviStrumenti

Sintesi
Il progetto, localizzato nei Comuni di Latina e Roma (Municipi III e V) ed in altri Comuni della provincia di Roma, intende aprire spazi innovativi di espressione e apprendimento per i minori, ampliando l’offerta educativa e attivando la partecipazione delle risorse territoriali. Nello specifico, saranno realizzati laboratori espressivi e relazionali, corsi di italiano L2 per minori stranieri, laboratori di educazione alimentare e per l’apprendimento di discipline scientifico-matematiche in forma ludica, attività di educazione digitale e coding, attività di sostegno e orientamento nelle fasi di passaggio tra gli ordini scolastici. Saranno inoltre promosse iniziative finalizzate a valorizzare il ruolo della scuola nel territorio, favorendo la fruizione degli spazi in orario extra-scolastico da parte di minori e famiglie, come ad esempio la creazione di biblioteche e la realizzazione di laboratori di lettura, attività teatrali, orti didattici, banca del tempo. Infine, saranno realizzate attività volte al rafforzamento delle competenze genitoriali, tramite l’attivazione di spazi di ascolto e incontri tematici per famiglie, e attività volte allo sviluppo e al rafforzamento della comunità educante (creazione e sviluppo di comitati integrati composti da docenti, insegnanti ed educatori, stipula di patti territoriali, iniziative territoriali di confronto e attivazione degli attori della comunità educante). I destinatari dell’intervento sono circa 5.600 minori e 3.000 nuclei familiari.

Radici di Comunità

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK