UrbaNArt: Riqualificare l’ambiente per un’Europa verde e sostenibile

di

Il laboratorio “UrbaNArt” è un percorso creato all’interno del progetto Oltre l’Approdo, che coinvolge 25 ragazzi provenienti da diverse nazionalità, tra cui Egitto, Gambia, Pakistan, Marocco, Albania, Tunisia, Guinea e Bangladesh. Questa seconda edizione del laboratorio si è svolta a Napoli e ha previsto una serie di attività mirate a esplorare la città, scoprire i suoi tesori nascosti e creare opere artistiche che promuovano la riqualificazione dell’ambiente per un’Europa verde e sostenibile.

Esplorare Napoli attraverso l’Urban Trekking

Una delle attività principali del laboratorio è stato l’Urban Trekking, in cui gli operatori hanno guidato i giovani partecipanti in una serie di visite guidate per conoscere luoghi, leggende e tradizioni della città di Napoli. Durante questi incontri, i ragazzi hanno avuto l’opportunità di visitare il “Quartiere di Maradona” a San Giovanni a Teduccio e il “Rione dei Sogni” a San Giovanni Barra, dove hanno potuto ammirare i murales realizzati dall’artista Jorit e da altri street artist. Questi murales hanno contribuito a riqualificare i quartieri, che erano in uno stato di degrado, e adesso attraggono numerosi turisti. I ragazzi hanno avuto l’opportunità di catturare immagini fotografiche dei luoghi visitati, immagini che raccontano la storia di una Napoli in trasformazione.

Creare arte per una Napoli più bella

Parallelamente all’Urban Trekking, i giovani partecipanti si sono cimentati nella produzione artistico-artigianale. Sotto la guida degli operatori, hanno potuto esprimere la propria creatività e creare opere d’arte ispirate alla street art. I disegni e le pitture realizzate sono state esposte sulle pareti del Centro Interculturale Nanà, contribuendo così ad arricchire e abbellire ulteriormente l’ambiente. Questa attività ha permesso ai ragazzi di canalizzare le loro suggestioni, conoscenze e curiosità in una produzione artistica basata sull’utilizzo della fantasia e della manualità.

Un gesto concreto per l’ambiente: ripulire il Lido Mappatella

L’ultimo incontro del laboratorio si è svolto al Lido Mappatella a Mergellina, una spiaggia frequentata dai turisti, ma che purtroppo versava in uno stato di degrado e abbandono. I ragazzi hanno preso parte a un’attività di raccolta dei rifiuti riciclabili abbandonati sulla spiaggia. Indossando guanti e armati di buste e sacchetti, hanno cercato di ripulire e restituire la bellezza a questa parte di Napoli. L’obiettivo era sensibilizzare i partecipanti all’importanza di mantenere un ambiente pulito e di adottare buone pratiche quotidiane per il rispetto dell’ambiente. Questa iniziativa ha sottolineato l’importanza di avere luoghi salubri e fruibili, che possiamo utilizzare e sfruttare se impariamo a prendercene cura.

Proseguimento del laboratorio

Il laboratorio “UrbaNArt” non si è ancora concluso. Dopo i primi tre incontri descritti precedentemente, sono previsti altri due incontri che arricchiranno ulteriormente l’esperienza dei partecipanti. Nel prossimo incontro, i ragazzi creeranno vasetti per piantine utilizzando materiali da riciclo. Successivamente, nell’ultimo incontro, pianteranno semi all’interno dei vasetti e le piantine cresceranno nel cortile esterno del Centro Interculturale Nanà. Questo momento di contatto con la natura e la possibilità di curare le piantine rappresentano un’ulteriore opportunità per i partecipanti di comprendere l’importanza della sostenibilità e dell’ambiente.

 Il laboratorio “UrbaNArt” si conferma un progetto che promuove la valorizzazione del territorio, l’arte e la sostenibilità, contribuendo a creare un’Europa più verde e sostenibile.

Il laboratorio “UrbaNArt” si conferma come un’esperienza stimolante e formativa per i 25 giovani partecipanti provenienti da diverse nazionalità. Attraverso l’Urban Trekking, la produzione artistico-artigianale e l’impegno concreto per l’ambiente, i ragazzi stanno imparando l’importanza di conoscere il proprio territorio, esprimere la propria creatività e contribuire alla creazione di un’Europa verde e sostenibile. Il laboratorio continuerà con ulteriori attività che promuoveranno il contatto con la natura e la cura dell’ambiente, offrendo ai partecipanti un’occasione unica di crescita personale e consapevolezza sociale.

Regioni

Ti potrebbe interessare

UrbanArt: Una nuova avventura tra Arte e scoperta per le strade di Napoli

di

La Cooperativa Dedalus, all’interno del progetto “Oltre L’Approdo”, ha lanciato la terza edizione di “UrbaNArt”, una serie di laboratori che uniscono l’urban...

O.L.TR.E. l’approdo, il progetto che aiuta i giovani migranti soli a diventare grandi

di

Per i minori stranieri soli il compimento del 18° anno di età rappresenta un drammatico spartiacque tra la tutela e l’autonomia del...

Il Ruolo Cruciale dei Peer Operator: Un Successo Celebrato al Centro Nanà

di

Mercoledì 27 settembre, il centro Nanà ha ospitato un evento speciale per celebrare il completamento di un percorso formativo di 170 ore...