Primo incontro di governance operativa per il progetto NEXT 5-14

di

Lunedì 18 marzo 2019 si è tenuta la prima riunione di governance operativa che dà ufficialmente il via a NEXT 5.14 – New EXperiences and Tools, progetto frutto di un lavoro di coordinamento tra 40 soggetti su tre territori mirato a rafforzare lo scambio di pratiche e modelli tra gli attori del terzo settore nell’ambito dell’educazione dei minori.

I partecipanti, provenienti da Marche, Abruzzo e Umbria sono stati ospitati nella splendida cornice di Villa Favorita ad Ancona, sede dell’ISTAO, scuola di formazione manageriale fondata da Giorgio Fuà e giunta al 52° anno di attività, in veste di capofila del progetto, che per l’occasione ha declinato il proprio know how alla formazione delle competenze verso lo sviluppo dei minori.

Il progetto, della durata di 3 anni, è stato scelto nell’ambito del bando “Nuove Generazioni 5-14” dall’Impresa Sociale Con i Bambini, soggetto attuatore del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile, con l’obiettivo di accrescere qualità, innovazione, accessibilità e complementarietà nel capitale e nell’infrastruttura educativa. Le sue azioni mirano, dunque, a sostenere il percorso di docenti, educatori e studenti attraverso un’articolata proposta di attività formative e laboratoriali.

Il partenariato di progetto, oltre il capofila ISTAO, è composto da 40 soggetti nelle province di Ascoli Piceno, Perugia e Teramo: 3 fondazioni bancarie (CARISAPTERCAS e CARIPG), 18 istituti scolastici, 15 operatori specialistici, un responsabile della comunicazione (Capponi Editore) e un organismo di valutazione (IRS).

Ricchezza, eterogeneità e complementarietà delle partnership, sostegno all’imprenditività e al successo formativo, attenzione ai minori con minori opportunità e dunque maggiori vulnerabilità, focus su disturbi dell’apprendimento, prevenzione e sostegno all’agio psicologico, sociale e relazionale, attenzione dedicata alle famiglie, sono gli elementi di forza che contraddistinguono NEXT 5.14.

L’obiettivo primario del progetto è rispondere alla crescente complessità dei fabbisogni educativi della fascia 5-14 anni attraverso risposte trasversali, personalizzate e flessibile, capaci di andare oltre i modelli standard, omogenei e non calibrati sulle reali necessità del minore.

Le azioni che verranno intraprese dai partner saranno destinate alle scuole – coinvolte in prima istanza in qualità di attori centrali nella formazione dei minori e di luoghi di aggregazione, condivisione e sperimentazione –, alle famiglie e all’intera comunità educante. Gli interventi messi in atto saranno basati sui concetti di interscambio, relazione e confronto tra i protagonisti. Verranno attivate 5 tipologie di interventi: sostegno al successo formativo; misure di prevenzione e sostegno all’agio psicologico, sociale e relazionale; azioni di attivazione, empowerment e sostegno all’imprenditività; attivazione di comunità educante e competente; capacity building e cross fertilization interregionale.

 

 

Ti potrebbe interessare

I partner – Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno

di

La Fondazione è un soggetto Non Profit privato ed autonomo, che non ha finalità di lucro e persegue esclusivamente, per il territorio...

Premiazione del contest “La scuola che vorrei”

di

Si è svolta ad Ascoli Piceno, presso la bellissima cornice del GreenPark, la premiazione del contest “La scuola che vorrei”, a cura...

Si conclude il Laboratorio di co-working interregionale e residenziale

di

Un ultimo contributo, da parte di Giuseppe Sestili, in merito al Laboratorio di co-working interregionale e residenziale a conclusione del progetto Next...