Webinar 2 luglio ore 9:30 – Ritrovarsi nella comunità educante – L’esperienza del progetto Lost in Education per il post emergenza

di

Durante l’emergenza coronavirus, la didattica a distanza ha avuto un forte impatto sulle disuguaglianze educative. Il rischio è l’aumento di un divario sempre maggiore tra i minorenni. I ragazzi e le ragazze che vivevano situazioni di fragilità sono coloro che ci hanno rimesso di più dalla chiusura delle scuole.

Come ri-trovarsi nella comunità educante, dopo l’impatto che la quarantena ha avuto sui bambini, sui ragazzi, sulla scuola e sulle comunità?

Giovedì 2 luglio dalle ore 9.30 alle ore 13.30, UNICEF Italia, in collaborazione con i partner del progetto, organizza un webinar in diretta streaming sul suo canale YouTube per fare il punto sulle lezioni apprese nel progetto Lost in Education attraverso i racconti diretti dei ragazzi e delle ragazze, degli educatori e docenti, dei genitori e degli attori delle comunità educanti, e con il contributo di esperti.

Webinar Ritrovarsi nella comunità educante – Programma

Ci confronteremo sul valore dell’ascolto e della partecipazione dei bambini e dei ragazzi e sulla manutenzione del patrimonio educativo di una comunità educante capace di supportare il processo educativo.

La povertà educativa lede il diritto dei bambini e dei ragazzi ad avere una educazione di qualità: la realizzazione delle piene potenzialità dei minorenni è un “bene comune” di cui tutti siamo responsabili. E’ necessario pertanto lavorare per costruire una comunità educante che si prenda carico del processo educativo, partendo dalle risorse di un luogo, sia in termini di servizi disponibili che di capitale sociale e umano.

Nell’ambito del Progetto Lost in Education, finanziato da Con i bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, anche nel periodo di quarantena ci siamo attivati con tutte le scuole e comunità territoriali coinvolte continuare a creare spazi per gli studenti e sostenere i genitori. Scopri di più riguardo le attività svolte durante la crisi legata al COVID-19.
Ripensare le modalità di fruizione della didattica con il distanziamento sociale e la DAD (didattica a distanza) ha richiesto un grosso impegno da parte dei docenti, delle scuole e delle famiglie; tuttavia la risposta straordinaria dovuta a una situazione di emergenza non può non farci riflettere sulla necessità di individuare nuove idee, modelli e strategie per garantire le giuste opportunità di apprendimento, senza lasciare indietro nessuno. Il distanziamento sociale, inoltre, ha privato i ragazzi e le ragazze del contatto con i loro spazi di apprendimento non formale e informale.

Partecipa al webinar! Scarica e condividi il save the date e segna l’evento nel tuo calendario.

Per contatti: povertaeducativa@unicef.it

 

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK