Concorso fotografico “La mia estate con Covid-19”

di

Concorso fotografico “La mia estate con Covid-19”

Parte oggi il concorso fotografico “La mia estate con Covid-19”, organizzato nell’ambito del progetto Lost in Education di UNICEF Italia, presso la scuola Su Planu di Selargius.

L’iniziativa invita a raccontare, attraverso immagini, il periodo che stiamo vivendo e l’evoluzione dei cambiamenti.

Sono previste 3 categorie:

  •  Il gioco/sport con Covid-19
  •  Al mare con Covid-19
  •  Viaggiare con Covid-19

 

I partecipanti potranno scegliere la categoria. Per ogni categoria dovranno essere presentate 3 foto:

  • 1 per il mese di giugno
  • 1 per il mese di luglio
  • 1 per il mese di agosto

Dalle foto devono emergere le condizioni nelle quali, a causa del Covid-19, possiamo giocare e fare sport. Le foto dovranno raccontare l’evoluzione dei cambiamenti durante l’estate in spiaggia e come è possibile muoversi per un viaggio o una gita anche breve.

Si può partecipare singolarmente o in gruppo (anche con persone non coinvolte direttamente nel progetto).

Sono ammesse fotografie b/n e a colori con inquadrature sia verticali sia orizzontali. Possono essere applicati filtri e altri effetti. La singola foto può essere anche un collage. La foto dovrà essere in formato JPEG (jpg)/PNG. Non sono ammesse foto interamente realizzate al computer.

Le foto inviate saranno stampate ed esposte durante una mostra che verrà organizzata all’interno della scuola a settembre /ottobre 2020. Per ogni categoria sarà proclamato un vincitore.

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

Iniziate le attività a Selargius: definiamo la Comunità Educante!

di

Pronti, partenza… via! Iniziate a Selargius, nell’Istituto Comprensivo Su Planu, le attività del progetto Lost in Education. Si inizia con la fase...

Insegnanti ed educatori di domani? La parola agli studenti della Scuola Su Planu di Selargius

di

Insieme all’Università di Cagliari, nello specifico il Corso di laurea in Scienze della formazione, è stato programmato un ciclo di incontri dedicato...

Un caso di studio all’Università di Sassari

di

“Inizialmente i ragazzi erano un po’ diffidenti, durante il percorso abbiamo avuto modo di conoscerci e insieme ci siamo interrogati su cosa...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK