Lost in Education – Si parte!

di

 

Si è appena concluso il kick-off meeting del progetto Lost in Education, un incontro della durata di tre giorni presso gli uffici dell’UNICEF Italia durante i quali tutti i soggetti coinvolti nelle attività hanno avuto modo di confrontarsi e pianificare insieme il lavoro che verrà svolto nei territori d’intervento per una durata complessiva di 38 mesi.

La partnership del progetto è composta da UNICEF Italia come capofila in collaborazione con Arciragazzi Nazionale, Arciragazzi Liguria, Sicilia, Taranto, Lombardia e Lazio, Arci Liguria, Laboratorio FOIST per le Politiche Sociali e i Processi Formativi dell’Università degli Studi di Sassari – Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali (che si occuperà della valutazione d’impatto) e 20 scuole (13 Istituti comprensivi e 7 Scuole superiori) di 7 Regioni italiane (Lazio, Lombardia, Sicilia, Puglia, Liguria, Sardegna, Friuli Venezia Giulia).

“Lost in Education” è tra i 17 progetti multiregionali approvati da Con i Bambini – impresa sociale cui è affidata l’operatività del Fondo per il contrasto alla povertà educativa – attraverso il Bando Adolescenza (11-17 anni) per un valore di 1,9 milioni di euro.

Destinatari del progetto sono 4500 ragazzi e ragazze delle scuole secondarie di primo grado e di secondo grado partner del progetto, 900 famiglie, 600 docenti, 255 attori sociali.

I ragazzi sono gli attori trasformativi del progetto e, con i docenti e accompagnati dagli operatori, diventano essi stessi “pontieri” tra scuola e altri attori della comunità educante.

 

La scelta dei luoghi di intervento (per un totale di 17 comunità distribuite in 7 regioni) non è stata casuale ma ha attentamente tenuto conto in particolare dei gruppi vulnerabili presenti (come ad esempio minorenni stranieri; minorenni in condizioni di povertà relativa; minorenni a rischio di fuoriuscita dal sistema scolastico; rendimento scolastico e numero di bocciature)

Il progetto Lost in Education intende:

  • migliorare il benessere dei ragazzi e la loro capacità personale di percepirsi come attori trasformativi della propria comunità scolastica e di vita;
  • rafforzare la centralità della scuola come luogo educativo e aumentare il supporto della comunità educante;
  • sviluppare una comunità educante in cui gli attori sociali siano capaci di riconoscere le proprie competenze educative e prendersi carico del processo educativo.

Attraverso il coinvolgimento dei ragazzi e delle ragazze, degli insegnanti e delle famiglie saranno realizzate attività di mappatura della comunità educante nelle aree in cui avrà luogo il progetto, individuando punti di incontro, aggregazione e socializzazione degli adolescenti e facendo emergere il capitale educativo della comunità stessa.

Si procederà poi ad attivare laboratori misti di studenti, docenti, famiglie e attori della comunità con la finalità di costruire ambienti sicuri in cui i ragazzi possano sviluppare le proprie capacità e avviare percorsi territoriali di co-progettazione verso una comunità che si attesta come educante.

A conclusione del progetto ci si attende la definizione di un modello di Attestazione di Comunità Educante, sintesi di azioni positive e di sistema, che capitalizzi le risorse educative della comunità e le orienti verso una educazione di qualità e il pieno sviluppo delle potenzialità dei minorenni.

Elenco delle scuole partecipanti:

  • Istituto Comprensivo Uruguay – Roma
  • Istituto Comprensivo Roccagorga – Maenza’ (LT)
  • Istituto d’Istruzione Superiore San Benedetto – Latina
  • Istituto d’Istruzione Superiore Enrico De Nicola – Sesto San Giovanni (MI)
  • Istituto Tecnico Economico e Turismo G.Garibaldi – Marsala (TP)
  • Istituto Comprensivo L. Pirandello – Mazzara del Vallo (TP)
  • Istituto Comprensivo Sturzo Sappusi – Marsala (TP)
  • Istituto Comprensivo Novara di Sicilia – Novara di Sicilia (ME)
  • Istituto Comprensivo Dante Alighieri – Taranto
  • Istituto Comprensivo Statale C.G. VIOLA – Taranto
  • Istituto Comprensivo Busalla – Genova
  • Istituto Comprensivo di Arenzano – Arenzano (GE)
  • Istituto Comprensivo Andrea Doria – Vallecrosia (IM)
  • Istituto Comprensivo di Taggia (IM)
  • Istituto Comprensivo Mario Novaro – Imperia
  • Istituto d’Istruzione Superiore E. Ruffini – D. Aicardi – Taggia (IM)
  • Istituto d’Istruzione Superiore Statale Einaudi, Casaregis, Galilei – Genova
  • Istituto Comprensivo Su Planu – Selargius (CA)
  • Istituto d’Istruzione Superiore N. Pellegrini – Sassari
  • Istituto d’Istruzione Superiore ‘Il Tagliamento’ – Spilimbergo (PN)
Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK