#pilloledilegami: parla Marianna Connola

di

“Terra Libera Quarto” nata dieci anni fa sulla scia dell’impegno trentennale del suo fondatore, Giovanni Sabbatino, nell’ambito delle dipendenze patologiche, è uno dei partner di progetto con i quali condividiamo l’accompagnamento e il sostegno alle famiglie di LeNu.

La sua filosofia di intervento è quella di essere una comunità nella comunità ovvero aiutare l’individuo a recuperare se stesso restando all’interno del contesto in cui vive.

Marianna Connola, storica volontaria dell’Associazione, presente all’iniziativa “Non sono un murales” per celebrare la Giornata Europea delle Fondazioni, ci dice che cos’è per lei la povertà educativa:

«È quando un bambino o un adolescente vengono privati della possibilità di arricchirsi culturalmente, emotivamente e socialmente quindi di sviluppare le conoscenze e la consapevolezza necessaria a supportarli nella realizzazione dei propri sogni».

E aggiunge: «Per me il legame nutriente per eccellenza è il gioco, in particolare nella fascia di età 0-6 anni, quella in cui i bambini giocano di più e creano i legami che li arricchiscono e non solo con le figure genitoriali, ma anche con il mondo esterno».

Regioni

Ti potrebbe interessare

Secondo tavolo di concertazione territoriale promosso da LeNu per la fascia zero sei anni

di

Anche il secondo incontro di concertazione del 20 giugno scorso, che ha visto riunite varie agenzie territoriali pubbliche e private, con cui...

Progetto P.R.I.M.A., verso la conclusione di un lavoro di sostegno precoce alle famiglie vulnerabili

di

In vista della giornata seminariale promossa dal Coordinamento Italiano dei Servizi contro il Maltrattamento e l’Abuso, abbiamo intervistato la dottoressa Sabrina De...

I pediatri della Federazione Italiana Medici Pediatri alla scuola Russolillo per parlare di nutrizione

di

È stato un incontro molto interessante quello tenuto due settimane fa dalla dottoressa Raffaella De Franchis, membro della Federazione Italiana Medici Pediatri,...