Obiettivo? Uno a uno!

di

La seconda fase del progetto ItaliaEducante, che riguarda l’Accompagnamento, è stato accolta come una opportunità da parte degli insegnanti, proponendo di seguire un ragazzo che frequenta la terza superiore tramite un supporto di Didattica a Distanza, la Dad, per aiutarlo nello svolgimento dei compiti in diverse discipline.  Per poter attivare questa modalità gli insegnanti hanno indicato all’educatrice le materie scolastiche di cui il ragazzo necessita di un supporto personalizzato. La collaborazione con la scuola e le insegnanti è stato fondamentale e ha permesso una maggiore focalizzazione dei bisogni reali del ragazzo. Attualmente il supporto avviene una volta alla settimana della durata di un’ora e mezza nel tardo pomeriggio. L’educatrice accede a classroom per attivare il supporto settimanale e viene regolarmente aggiornata dagli insegnanti sulle diverse discipline scolastiche e in questo modo l’aiuto compiti è diventato un supporto sia dal punto di vista dell’apprendimento che dal punto di vista educativo.
Per il ragazzo lo spazio compiti a distanza è vissuto positivamente, e questo si vede dall’impegno di esserci ad ogni incontro a distanza ma anche nel proporre le materie di cui necessita di un supporto maggiore condividendo con l’educatrice questo spazio di scambio virtuale, ma ricco di relazioni a distanza. L’ascolto sui bisogni del ragazzo è una prerogativa che va ogni volta rinnovata, poiché al centro c’è lui con i suoi bisogni e le sue difficoltà. Assumere consapevolezza dei propri limiti è un obiettivo importante che anche con questa modalità si è riusciti a far emergere e dare un supporto umano continuo. Certamente l’essere in presenza dà la possibilità di avere più strumenti comunicativi, visivi, di contatto: mostrare un’operazione di matematica, oppure un esercizio in inglese, diventa più semplice e immediato in presenza ma esserci in ogni modo, è la chiave vincente di questo progetto, e in particolare di questa fase anche in modalità Dad.

Elda Tugu, educatrice ItaliaEducante Trentino Alto Adige

Ti potrebbe interessare

Design Thinking per progettare il futuro

di

Con il secondo anno di attività, ItaliaEducante mette in campo la quarta delle fasi previste, la fase Ambiente, che verrà sperimentata con...

Stare bene per rendere meglio

di

Avviate le attività inerenti alla prima fase dell’Accoglienza in 10 istituti scolastici del Trentino Alto Adige con laboratori di 3-4 incontri per classe...

Orientare ed accompagnare

di

Aiutare i ragazzi nella scelta del proprio percorso scolastico dopo la scuola dell’obbligo? Le nostre educatrici sono lì anche per questo. <<Nel...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK