Horticultura = Ecocreatività x 25

di

Il progetto ha una nuova formula, che è la seguente: Horticultura = Ecocreatività x 25

Sono passati tre anni dallo start-up di una sperimentazione educativa originale, che tiene insieme Beni culturali, contrasto alla povertà educativa minorile, didattica scientifica e storico-artistica. I risultati sono stati positivi e incoraggianti, tali da trasformare un’intuizione in una vera e propria buona prassi.

Horticultura gemma nuovi orti didattici museali in 5 Regioni

La pratica educativa degli orti didattici museali sarà infatti sviluppata da 25 istituti scolastici, distribuiti in 5 Regioni. Dalla Basilicata alla Sicilia, dalla Campania al Lazio e alla Puglia, l’esperienza di Horticultura metterà radici in tante realtà diverse. Ma restando fedele ad un format che crea spazi orticoli curati anche dai bambini, in cui imparare e divertirsi, sporcandosi le mani con la chimica, la fisica, la biologia, l’arte e la storia.

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha scelto 25 scuole

Con il Decreto Dipartimentale n. 42 del 14 aprile 2023, il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha definito le scuole che saranno coinvolte in questa “estensione” di Horticultura, creando per il progetto le prime condizioni perché si evolva in un’attività stabile.

L’attenzione del Ministero per la valenza educativa degli orti era peraltro già presente nell’iniziativa Edugreen, a cui partecipano alcune delle scuole partner di Horticultura.

L’impatto di Horticultura sulle Politiche Pubbliche

In attesa che partano le nuove 25 esperienze di orti didattici museali, un dato è comunque acquisito. La co-progettazione costruita insieme al Ministero dell’Istruzione e del Merito attesta che Horticultura ha raggiunto uno dei suoi obiettivi più ambiziosi. Il progetto infatti è riuscito ad incidere sulle politiche pubbliche, peraltro ad un livello nazionale, nonostante sia stato concepito con una definizione regionale.

Uno degli aspetti più critici che accomuna gli interventi di contrasto alla povertà educativa minorile è la sostenibilità successiva. Cosa succede quando sono trascorsi i mesi previsti e si sono esaurite le risorse finanziarie assegnate? Spesso, nulla. Le attività si perdono, tranne che nella memoria e nell’esperienza delle persone direttamente coinvolte.
Horticultura invece continuerà ad esserci grazie ai tanti nuovi orti didattici  museali.

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

FAMU nei luoghi di Spartaco e di Annibale

di

La Giornata FAMU 2022 (FAmiglie al MUseo) nei luoghi di due leggendari protagonisti dell’età antica: Spartaco e Annibale. Si è realizzata domenica...

I bambini di Pompei, finalmente negli Scavi con Horticultura

di

I bambini di Pompei sono finalmente negli Scavi per le attività di Horticultura. Prima la pandemia, poi una serie di aspetti logistici...

L’OrtoBus a Succivo per Salvalarte

di

L’OrtoBus fa tappa a Succivo (CE) per Salvalarte, l’iniziativa nazionale di Legambiente dedicata alla tutela e alla valorizzazione dei Beni Culturali. L’appuntamento...