L’ Osservatorio del Paesaggio Chiaianese, uno strumento per conoscere e valorizzare il patrimonio naturale del proprio quartiere

di

L’Art. 6 della “Convenzione Europea del Paesaggio” afferma l’“Impegno per gli Stati Membri a sensibilizzare e promuovere i valori connessi con il paesaggio”.

Così, grazie ad una forte sinergia con le docenti dell’I.C. Giovanni XXIII Aliotta di Napoli, a Chiaiano i formatori dell’APS EasLab hanno coinvolto circa 100 alunni nella costruzione di materiale video e fotografico per la partecipazione al concorso FAI “Ti racconto un Posto” attraverso L’ Osservatorio del Paesaggio Chiaianese . Ma quali tappe sono state attraversate durante i nostri laboratori?

I Laboratori di Partecipazione e i Consigli Consultivi promossi da EasLab grazie al progetto Futuro Prossimo rappresentano una pratica di cittadinanza attiva che i ragazzi e le ragazze attuano all’interno della loro scuola e possono costituire un primo passo per lo sviluppo di quella competenza in materia di cittadinanza già inserita tra le competenze chiave per l’apprendimento permanente.

L’ Osservatorio Permanente del Paesaggio Chiaianese, nato dalla volontà delle docenti della scuola, vuole favorire negli alunni una consapevolezza del ruolo che ogni cittadino deve avere verso il paesaggio e in particolare verso il paesaggio in cui vive, per fruirne nel migliore dei modi attraverso la conoscenza, la tutela e la valorizzazione dello stesso.

La prima tappa del nostro percorso ha visto la co-progettazione con le docenti e la condivisione con i ragazzi e le ragazze dell’osservatorio come riscoperta del territorio di Chiaiano e dei suoi spazi verdi.

Il viaggio è iniziato con la creazione di squadre a cui i ragazzi e le ragazze hanno dato un nome. Successivamente sono state visionate 10 immagini del territorio di Chiaiano e le squadre hanno descritto descrivere cos’è e dove si trova il luogo raffigurato nell’immagine. Nella tappa successiva del viaggio sono stati i ragazzi e le ragazze a raccontare un luogo che piace loro o un paesaggio particolarmente bello del quartiere. I luoghi più gettonati dai ragazzi sono stati i loro punti di aggregazione, dove amano incontrarsi e trascorrere insieme il tempo libero: “La stazione della metropolitana”, il “Parco Cupa Spinelli” e “La piazzetta di Chiaiano”.

Il passaggio successivo del nostro percorso è stato quello di creare il prodotto per la partecipazione al Concorso FAI 2020-21 “Ti racconto un posto”, lasciando ai protagonisti la definizione di modalità e strumenti.

Abbiamo chiesto ai ragazzi di immaginare la visita a Chiaiano dei ragazzi e delle ragazze coinvolti nel progetto FuturoProssimo di Sassari e Marghera, portandoli quindi in giro per il quartiere facendo loro da Cicerone. La fase successiva, quindi, è stata di elaborare un testo scritto, un video, un audio (rap), una foto, un disegno per descrivere meglio ai visitatori il quartiere. Da qui i ragazzi e le ragazze hanno dato libero sfogo alla fantasia riproducendo disegni e audio sul loro quartiere. Così il nostro prodotto finito è stato presentato al concorso promosso dal FAI.

L’osservatorio è stata l’opportunità per gli adolescenti e per gli adulti di riferimento di “guardare” il territorio con occhi diversi, con lo sguardo della speranza, con il cuore al futuro. Una vera e propria esperienza di riqualificazione, un catalizzatore di energie positive, un’occasione per consolidare l’idea che lo sviluppo del territorio di Chiaiano è possibile se si investe sulle nuove generazioni, con la loro freschezza che si contrappone alla stanchezza caratteristica di chi da anni opera per contrastare fenomeni di marginalità del quartiere, donando una nuova linfa. La partecipazione al concorso FAI ha permesso inoltre di dare valore a questo “sguardo”, di renderlo reale e concreto, promuovendo davvero il protagonismo delle ragazze e dei ragazzi del territorio.

PER VEDERE IL VIDEO, CLICCA QUI

Articolo a cura di Eleonora Borrelli, formatrice senior di Easlab, partener territoriale di Futuro Prossimo

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

Educazione civica nelle scuole di Futuro Prossimo: Venezia, Napoli, Sassari? Presenti!

di

Il ritorno dell’insegnamento obbligatorio dell’educazione civica rappresenta una sfida nuova per gli istituti scolastici di ogni ordine e grado: le scuole di...

Dalla comunità educante di Chiaiano, un sistema di prevenzione e segnalazione della dispersione scolastica e della povertà educativa

di

“Sono 900 in pochi giorni, contro le 400 segnalazioni del 2020 e le 800 dell’intero anno scolastico 2019. E il dato più...

Giovani, resilienza e… parkour

di

Una delle capacità che più viene richiesta ai ragazzi per potere uscire illesi dall’adolescenza è senza dubbio la resilienza, soprattutto in contesti...