Da casa al nido e ritorno, si continua anche a distanza

di

Arriva dai bimbi del progetto “Da casa al nido e ritorno” l’invito ad un atteggiamento positivo e costruttivo in questi giorni difficili di Coronavirus. E il messaggio, disegnato con le loro manine, è colorato e carico di speranza. Andrà tutto bene, sì, andrà tutto bene.

Il progetto, realizzato con i fondi del bando targato “Con i bambini”, viene realizzato in Molise all’interno degli asili comunali dalle cooperative NuovAssistenza (capofila) e Sirio. E’ un’iniziativa molto innovativa basata sull’intervento di rete intorno all’intero nucleo familiare che necessita, per un motivo o per un altro, di un sostegno in più.

Al centro del disegno progettuale c’è l’équipe interdisciplinare, definita ‘nucleo domiciliare’, indispensabile perché un bambino e la sua famiglia ritrovino equilibrio e serenità. Così negli asili comunali coinvolti su IserniaCampobasso e Termoli su ogni famiglia lavorano insieme un educatore, un assistente sociale ed uno psicologo.

E’ un percorso gratuito che da due anni lavora soprattutto su ogni singolo membro della famiglia, con un occhio speciale rivolto alle mamme che hanno mostrato particolari difficoltà. In molti progetti educativi le donne sono state messe in condizione di lavorare con serenità e quindi di aiutare tutti gli altri.

In questi giorni di chiusura delle strutture il lavoro continua a distanza: consulenze, dialogo, iniziative corrono attraverso il web e il telefono. E dai bimbi giungono i messaggi più belli, un po’ inconsapevoli ma comunque di incoraggiamento a non mollare. Perché #andràtuttobene!

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK