Bello e buono

di

Venerdì 22 Luglio si è svolta un’altra attività del nostro progetto, selezionato da con i bambini nell’ambito del fondo per il contrasto alla povertà educativa e minorile. BELLO E BUONO, bello come un monumento che racconta le storie del nostro territorio, come un paesaggio, quadro vivo donato dalla natura; buono, come un percorso di legalità che restituisce alla comunità civile un bene fino a poco tempo fa teatro di attività criminali.
L’associazione Beddamé (http://www.beddame.it/) ha accompagnato i ragazzi e gli educatori del progetto alla scoperta delle diverse declinazioni della bellezza.
Il percorso inizia con la visita al Castello Aragonese di Reggio Calabria e prosegue in via Possidonea 53, dove, alla presenza, tra gli altri, del presidente di Fondazione Con il Sud Carlo Borgomeo e dell’assessora comunale alla legalità Giuggi Palmenta, viene inaugurato l’immobile confiscato alla ‘ndrangheta, sito nel centro storico di Reggio Calabria. Il bene, un edificio di tre piani, in stile liberty, è stato di proprietà di Gioacchino Campolo, uomo riconosciuto dalle cronache come il “re dei videopoker”. Assegnato nel 2017 al Consorzio Macramè, ospita una rete di servizi tra cui una sartoria sociale e uno sportello di Banca etica, oltre ad essere un punto di riferimento di prossimità per il terzo settore e per le emergenze sociali.
Una giornata intensa che ha offerto ai ragazzi tanti spunti di riflessione. Un bene confiscato alle mafie e restituito alla collettività è il segno vero e concreto della possibilità di sconfiggere la rassegnazione e di liberarsi dalle dinamiche criminali che affliggono ancora i nostri territori.

Visita la gallery per visionare tutte le foto dell’evento


Regioni

Ti potrebbe interessare

Giocare: un diritto di tutti!

di

Far rinascere la bellezza sommersa? Con lo sport si può!  Inizia l’opera di riqualificazione dell’area sportiva abbandonata del rione Marconi, uno spazio...

GAMBARIEe’SPORT

di

Valorizziamo e promuoviamo l’incantevole territorio Aspromontano! Il Csi Reggio, l’associazione Giovani Domani e il Comune di Santo Stefano d’Aspromonte hanno realizzato un...