Il Teatro Bellini di Napoli entra in Affido Culturale

di

 

È in crescita la rete di esercenti culturali che aderiscono ad Affido Culturale, progetto nazionale selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Entra ufficialmente a far parte della comunità educante partenopea anche il Teatro Bellini di Napoli, da sempre attento a progetti educativi dedicati ai più piccoli.

 

Da questa stagione teatrale, la storica sala di via Conte di Ruvo ospita infatti il Bellini Kids, una rassegna dedicata al mondo dell’infanzia che prevede spettacoli nei fine settimana alle ore 11.30 della durata di un’ora. Un’ora in più per i piccoli partecipanti del progetto AC per divertirsi e scoprire a teatro nuove storie e personaggi.

 

Affido Culturale offre alle famiglie che hanno aderito gratuitamente al proprio “manifesto” culturale, una doppia esperienza: la possibilità di godere di uno dei luoghi più interessanti della città e di regalare ai più piccoli tanti momenti di sano svago.

E tutto in piena sicurezza attraverso l’uso di una App – scaricabile sia per Android, sia per IOS – creata appositamente per gli eventi selezionati da Affido Culturale nella città di pertinenza.

Affido Culturale è infatti attivo anche a Roma, Bari e Modena, e si presta come modello culturale replicabile anche in altri luoghi d’Italia.

A Napoli, l’innesto del Teatro Bellini vede includere nella crew un luogo notevole per bellezza e dimensioni, che – con i suoi quasi 150 anni di vita – è custode di un pezzo di storia unico: il teatro è caratterizzato dall’architettura “all’Italiana”, a ferro di cavallo con sei ordini di palchi, che meraviglierà i giovanissimi spettatori insieme agli affreschi ottocenteschi del soffitto.

Allo stesso tempo la programmazione dedicata ai kids – ideata e realizzata in collaborazione con Il Teatro Nel Baule – racconta ancora oggi il valore culturale di Tato Russo prima (direttore artistico per 21 anni) e dei suoi figli Roberta, Gabriele e Daniele Russo ancora oggi che hanno conservato
la vocazione teatrale originaria, agendo nel solco della lungimiranza paterna ma proiettandola nel nuovo millennio.

In tal senso possiamo dire che questa attuale Direzione artistica del Bellini ha trovato in Affido Culturale il contesto giusto per allargare anche ai bambini e ai ragazzi che non sono abituati ad andare a teatro, o in altri luoghi “educativi”, la propria proposta artistica e culturale”, commentano entrambe le organizzazioni.

Prossimi appuntamenti – almeno fino al prossimo dicembre – SPOT spettacolo di Andrea Buzzetti e Valeria Frabetti dedicato ai piccolissimi da 0 a 5 anni alla scoperta della luce e delle sue tante possibilità di raccontare il 14 novembre.

Si prosegue con STORIA DI UN UOMO E DELLA SUA OMBRA di Principio Attivo Teatro per affrontare con ironia e commozione il delicato tema della morte in scena il 28 novembre.

Ed ancora il 12 dicembre di Zaches Teatro in una CENERENTOLA fra teatro d’oggetti e danza.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Condividere momenti per combattere la povertà educativa

di

Contrastare la povertà educativa significa avere una responsabilità comune nei confronti di tutta la comunità. E’ da questo obbligo morale che prende vita...

AC Napoli si tuffa nell’Antica Roma con la piscina Mirabilis

di

La piscina Mirabilis, una delle opere architettoniche più sorprendenti dell’età romana, entra a far parte della squadra di AC Napoli. Il monumento...

Il Palazzo Reale di Napoli entra nella rete di Affido Culturale per raccontare la storia della città

di

Attraversare le pagine della storia della città di Napoli è questo quello che accade varcando la soglia di Palazzo Reale di Napoli che entra nella rete...