“Si alla pace, no alla guerra!”: Padova e le altre città italiane si mobilitano per la pace

di

Sì alla pace, no alla guerra!” Di fronte ai recenti sviluppi in Ucraina – ma anche prima che la guerra scoppiasse – in tanti sono scesi in piazza insieme alla Comunità di Sant’Egidio per chiedere pace per questo Paese.  Nelle strade si potevano, infatti, incontrare adulti, giovani, ragazzi e tra loro, anche i bambini delle Scuole della Pace, incluse nel Progetto Valori in Circolo, progetto promosso dalla Comunità di Sant’Egidio e selezionato da Con i Bambini nell’ambito del fondo per la lotta alla povertà educativa minorile.

Dopo due anni di pandemia abbiamo bisogno di pace e non di guerra in Europa!” ha detto Alessandra Coin, Comunità di Sant’Egidio Veneto, nel suo intervento. “Oggi, c’è un’aspirazione alla pace che sale dalle nostre città, dalla società civile che va ascoltata e che va manifestata“.

Un’aspirazione, questa, che, in queste ore buie, si riflette soprattutto nelle parole dei bambini. Non hanno mai conosciuto la guerra, anche se, nel mondo, tanti loro coetanei vi sono nati e continuano a viverla. Sono storie che sentono nelle Scuole della Pace, raccontate dai loro amici più grandi, i tanti volontari del progetto Valori in Circolo.

In questi giorni, nelle tante Scuole della Pace d’Italia, i giovani volontari raccontano dei loro amici ucraini e delle Scuole della Pace ucraine, dei tanti bambini che stanno soffrendo, dei bombardamenti, delle case che stanno andando in pezzi e della loro preoccupazione per il futuro. A Genova, Napoli, Parma, Bologna, Milano, e Novara, i Giovani per la Pace hanno poi portato i bambini alle manifestazioni per la pace, dove i bambini hanno portato avanti striscioni con su scritto: “la pace è il futuro”. A loro, infatti, appartiene il mondo di domani: se sapremo insegnarli bene i valori della pace, allora davvero la pace sarà il futuro. E non dovremmo più ripetere gli errori del passato.

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

Un Natale solidale che vince la dispersione

di

Con il Covid aumentano la solitudine e il rischio di dispersione ed emerge, ancora più forte, il bisogno di solidarietà. In questo Natale...

Il Convegno “Pasqua di Pace” e l’accoglienza degli Ucraini a Padova

di

In occasione delle festività pasquali di quest’anno un gruppo di oltre 100 giovani provenienti da tutto il Nordest Italia si sono riuniti...

Un “25 Aprile” per i profughi della Rotta Balcanica

di

Al confine dell’Europa, il clima è freddo, sia quello atmosferico che quello umano. Per questo, la Comunità di Sant’Egidio si è mobilitata...