Natale con Valori in Circolo: i regali inaspettati nell’istituto per anziani di Napoli

di

“In istituto bisogna saperci vivere, altrimenti si muore”: erano i giorni prima di Natale e mentre se ne stavano andando dall’istituto per anziani, i Giovani per la Pace avevano sentito pronunciare queste parole alla signora Concetta, ospite della casa di riposo. Una frase pronunciata da lontano, che fa però capire l’importanza dell’impegno e delle visite negli istituti da parte dei ragazzi di Valori in Circolo, progetto promosso dalla Comunità di Sant’Egidio e selezionato da Con i Bambini nell’ambito del fondo per la lotta alla povertà educativa minorile.

“Vivere in istituto”; di certo, raccontano i GxP di Napoli, la signora Concetta sa farlo molto bene. Questo, i volontari di Valori in circolo lo hanno potuto capire subito; la signora, infatti, non sembra stare mai ferma, sempre pronta com’è a regalare gioia agli altri ospiti della casa di riposo. Già in occasione del loro primo pomeriggio di visita in Istituto, aveva subito offerto un dolce ai ragazzi nonostante li avesse appena conosciuti; poco dopo, poi, si era messa ad imboccare con cura amorevole la Signora Anna. E infine più tardi, quando ormai si avvicinava l’ora di cena, i Giovani per la Pace l’avevano vista dare un bacio sul naso alla signora Maria, malata di Alzheimer, per ricordarle, anche solo per un attimo, che lei c’è ancora e che continua a volerle bene.

Pur essendo la prima volta presso l’Istituto, i ragazzi di ViC hanno comunque voluto cercare di portare un po’ di gioia agli ospiti della casa di cura, portando loro dei regali di Natale, ognuno con il proprio nome. Di fronte a questo dono inaspettato, e leggendo l’etichetta con il suo nome, la signora Michela si è commossa, con ancora fra le mani il prezioso gesto di amicizia, forse il primo dopo tanto tempo.

Un regalo per un regalo; di fronte a così tanta gioia, i GxP di Napoli si sono sentiti proprio come se avessero anch’essi ricevuto un dono. La felicità che hanno generato con questi piccoli pensieri, li ha motivati, infatti, a tornare più spesso, come chiesto anche dagli ospiti dell’Istituto. Anche dopo Natale, allora, ogni visita porterà gioia, come un dono gradito che continua ad essere scartato. Con all’interno un valore che non ha prezzo.

Regioni

Ti potrebbe interessare

“Ascoltatemi: per me la pace è una cosa importante!” – i bambini di Valori in Circolo scrivono al Segretario Generale dell’ONU

di

“Ascoltatemi: per me la pace è una cosa importante!”. Sono le parole di Sara contro la guerra in Ucraina, raccolte dai Giovani...

“Quando inizia la Summer School?” A Napoli le iniziative estive di Valori in Circolo restituiscono speranza

di

Dopo l’entusiasmante esperienza dello scorso anno, a Napoli tornano le Summer School, animate dai volontari di Valori in Circolo, progetto promosso dalla...

Voci dalla Bosnia. Le vite al limite dei profughi di Bihać.

di

Continua il percorso di sensibilizzazione di Valori in Circolo per una solidarietà globale. Il 28 febbraio si è tenuto su Zoom il...