Dentro e fuori la scuola: Storie cucite a mano prosegue a Moncalieri

di

«Il progetto mi ha aiutato molto a crescere mentalmente e imparare ad avere rapporti diversi con i miei coetanei e la mia famiglia»: un bambino di Moncalieri racconta così Storie cucite a mano. Il progetto triennale, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, continua ad essere molto apprezzato dalle bambine e dai bambini (dai 5 ai 14 anni), dalle loro famiglie, dal corpo docente e da tutta la comunità della borgata di Santa Maria e dell’intera città. In questi anni i contraccolpi della pandemia hanno sicuramente condotto a rimodulazioni e innovazioni ma non hanno mai scalfito il senso e l’impatto complessivo del progetto. Lavorando con e per le famiglie, è stata forte l’esigenza di riattivare spazi di incontro in cui rimettersi in gioco, per sentirsi ancora di più comunità locale, educante, riscoprendo il piacere di stare ma soprattutto di fare insieme. Coordinato dalla Cooperativa Sociale Educazione Progetto di Torino (capofila nazionale), Storie cucite a mano coinvolge a Moncalieri anche l’Amministrazione Comunale e l’Unione dei Comuni di Moncalieri, Trofarello e La Loggia, l’associazione Teatrulla, la Cooperativa Sociale P.G. Frassati e l’Istituto Comprensivo Statale “Santa Maria”, che – insieme allo “Stomeo – Zimbalo” di Lecce e al “Giovanni Palombini” di Roma – ospita la sperimentazione delle équipe ad alta densità educativa.

In quindici classi (scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado) il lavoro di educativa di plesso, in questi mesi, ha coinvolto circa 300 bambine e bambini e 52 tra docenti ed educatori. Il 9 aprile si è concluso Spazi in crescita, ciclo di progettazione partecipata con le famiglie, con l’istallazione di un percorso sensoriale alla scuola Battisti che ha coinvolto 40 famiglie di alunni che frequentano il plesso. È stato pensato anche un percorso di formazione con la partecipazione di 25 educatori ed insegnanti affinché Storie cucite a mano possa essere un’esperienza da proseguire anche dopo la conclusione del progetto. La metodologia di riferimento sperimentata in questi anni è quella dell’educazione socio-affettiva per promuovere la crescita affettiva, emotiva e socio-relazionale degli allievi sia come singoli che come gruppo.

Allo stesso tempo il progetto ha animato la borgata di Santa Maria, contribuendo a rendere il Polifunzionale Don P.G. Ferrero uno luogo duttile e sempre più vivo e ospitale. Gli spazi di apprendimento settimanale offrono a 30 bambini e bambine occasioni di studio cooperativo e supporto extrascolastico, gli incontri con le 35 famiglie dei Community workers animano i mercoledì pomeriggio con attività sempre diverse proposte dal gruppo e che valorizzano le risorse che ciascuno è in grado ed ha voglia di condividere. Un gruppo di 18 bambini partecipa al percorso di Musical Theatre per scoprire la musica divertendosi. I fine settimana sono inoltre stati animati da oltre 20 appuntamenti: letture, spettacoli e animazioni di comunità che proseguiranno in una ricca programmazione estiva. Fuori da Santa Maria prosegue, inoltre, la collaborazione con l’Ente di gestione delle Aree protette del Po piemontese, con appuntamenti outdoor settimanali ed eventi formato famiglia.

In autunno è partito anche il servizio “Famiglia con Famiglia”, che coinvolge due famiglie per un periodo di tempo definito. Ad oggi sono stati avviati 2 affiancamenti che permettono di valorizzare il mutuo aiuto tra famiglie a supporto di chi sta attraversando un periodo di difficoltà. Continua inoltre la ricerca di famiglie solidali che possano mettersi a disposizione. L’attività è un’iniziativa dell’Unione dei Comuni di Moncalieri, Trofarello, La Loggia, l’ASL To 5, la Città di Moncalieri, la Fondazione Paideia e il Coordinamento Genitori Democratici – Mario Grasso con il supporto del progetto “Storie cucite a mano”.

Nelle altre città (Roma e Lecce) Storie cucite a mano ha tra i partner anche ABCittà società cooperativa sociale onlus, Associazione Garofoli/Nexus, Digiconsum, Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio, In.F.O.L Innovazione formazione orientamento e lavoro, Comune di Lecce, Casa Circondariale “Borgo San Nicola” di Lecce, Principio Attivo Teatro, PSY Psicologia e Psicoterapia cognitiva integrata. Il progetto è stato selezionato da Con i bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile che nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. Info su www.conibambini.org.

Storie cucite a mano – Moncalieri
percorsiconibambini.it/storiecuciteamano
moncalieri@storiecuciteamano.it – 3342188797
Facebook – Instagram – Youtube

Ti potrebbe interessare

TEATRO IN CASA: ROSA LUNA E I LUPI

di

Oggi per il “Teatro in casa” di Storie cucite a casa con Principio Attivo Teatro conosciamo la storia di Rosa Luna e...

NEL PARCO LE VALLERE DI MONCALIERI IL SABATO “OUTDOOR” DI SECONDA STELLA

di

Nel Parco Le Vallere di Moncalieri hanno preso il via, sabato 14 novembre, gli appuntamenti “Outdoor” di “Seconda Stella“, spin off di...

TEATRO IN CASA: IL LIBRO SENZA FIGURE

di

Per Teatro in casa oggi leggiamo un libro senza figure. Sì, proprio senza figure. Pensate sia noioso? Invece è davvero molto divertente!...