Grande entusiasmo per “What the F*ture Wants”, mostra e laboratori sul futuro digitale

di

Grande partecipazione ai laboratori sulla mostra “What the F*ture Wants” (Cosa vuole il futuro) dedicati alle ragazze e ai ragazzi delle classi della scuola secondaria I°, nello specifico delle scuole di Buonconvento, Montalcino, San Quirico d’Orcia e Poggibonsi  (dove si sono svolte le attività).

I laboratori hanno spinto le e i partecipanti a confrontarsi e a riflettere sul tipo di futuro digitale che desiderano e su come poterlo ottenere in totale sicurezza.

Dopo aver visitato la mostra “What the F*ture Wants”, studenti e studentesse hanno provato diverse esperienze laboratoriali incentrate sullo svelamento della vita segreta che si nasconde dietro lo schermo dei cellulari.

Un’occasione per scoprire e riflettere su come la tecnologia stia cambiando il mondo e per iniziare uno scambio produttivo su temi globali quali la privacy, l’uso dei dati e l’impatto tecnologico sulla società e sull’ambiente.

Gli operatori delle cooperative sociali “AranciaBlu” e “Pleiades” hanno gestito gli incontri e coordinato i ragazzi che si sono detti molto soddisfatti ed entusiasti.

La parte che li ha maggiormente colpiti, e che hanno trovato tutti molto interessante, è stata la sezione riguardante l’impatto ambientale e sociale causato dalla produzione del dispositivo in sé: i danni ambientali causati dall’estrazione delle materie prime per la sua produzione, lo sfruttamento del lavoro, in particolari dei bambini, lo smaltimento.

Una delle frasi finali scritte sul cartello “What the F*uture Wants” è stata difatti: “Non distruggere il mondo inutilmente”.

Inoltre anche la possibilità di essere rintracciati e riconoscibili attraverso i selfie è stato argomento di dibattito e perplessità.

In alcuni casi, le/gli insegnanti hanno considerato questa iniziativa legata al “progetto Ricreazione” una vera e propria lezione di educazione civica, e hanno persino dato il voto ai ragazzi.

La mostra ha coinvolto complessivamente 544 studenti e studentesse e 58 insegnanti così suddivisi: Istituto comprensivo 1 (Poggibonsi e Staggia) circa 273 studenti e Istituto Insieme (Buonconvento, San Quirico e Montalcino) circa 271.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Laboratorio gratuito di “Spray Painting” con Skino e Traumart

di

È iniziato il 21 maggio il laboratorio di rigenerazione urbana della zona degli impianti sportivi in località Bernino a Poggibonsi (SI). “Sembra...

Attivi gli sportelli gratuiti di ascolto e orientamento per famiglie

di

Nella zona senese e nel territorio dell’Amiata sono attivi gli sportelli di ascolto e orientamento dedicati alle famiglie (a seguire la locandina...

La Dott.ssa Antonia Liguori e il Digital Storytelling Partecipativo in provincia di Siena

di

La Dott.ssa Antonia Liguori, Professor of Participatory Storytelling and Public Policy presso la Teesside University (Regno Unito), ha recentemente collaborato con il...